Firenze, evasione milionaria con fatture false dalla Slovacchia

Arrestate tre persone in Toscana per bancarotta fraudolenta ed evasione fiscale. Come racconta quinewsfirenze.it, le indagini, che erano partite nel 2016, hanno puntato su un fiorentino di 65 anni, la sua compagna slovacca di 56 e un noto commercialista di 58 anni, che avrebbero evaso imposte per due milioni di euro e fatto fallire fraudolentemente la Mannelli Spa, azienda di impiantistica elettrica e lavori di costruzioni edili con sede a Pontassieve, in provincia di Firenze.

I tre vengono imputati per l’emissione di fatture false, tra il 2011 e il 2015, anche da due società slovacche amministrate dal 65enne. Cui si aggiungono la simulazione di acquisto di una casa colonica in Slovacchia di proprietà della donna e quasi un milione di euro con altri artifizi contabili. Il giudice ha disposto inoltre il sequesto di un palazzo di due piani dove viveva anche la coppia a Settignano, zona bene di Firenze, del valore di due milioni.

Due anni fa l’arresto in flagranza anche di un funzionario pubblico per corruzione e del legale rappresentante di un’impresa edile fiorentina per il pagamento di una tangente. Altre sei persone (cinque imprenditori e un funzionario pubblico) erano state arrestate a febbraio nell’ambito della stessa inchiesta per diversi reati tra cui la corruzione.

(Red)

Foto bykst/CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*