Governo, Pellegrini e Danko si incontrano, svaniscono le tensioni

Dopo i malumori espressi l’altro ieri dal leader del Partito Nazionale Slovacco (SNS) Andrej Danko sul modo di governare del primo ministro Pellegrini (Smer-SD), ieri il cielo su governo e coalizione è tornato sereno, almeno apparentemente. Nessuna lite, nessuna crisi, ha detto Danko dopo l’incontro tra i due avvenuto nel pomeriggio di giovedì. Nella coalizione di governo non ci sono litigi o incomprensioni né riguardo alla nomina di un nuovo capo della polizia né sul quotidiano funzionamento dell’alleanza.

Danko aveva chiesto un incontro con Pellegrini per chiarire alcune questioni legate al suo stile di governo, perché come partner della coalizione «non mi sento a mio agio ad apprendere delle dimissioni dei ministri e di altri alti funzionari statali dalle conferenze stampa». Il premier Pellegrini è una persona nuova per SNS, aveva detto, di cui il partito non conosce posizioni e valori: «potrebbero sorgere diversi problemi se la comunicazione tra SNS e il signor Pellegrini diventa complicata», e «ci sono domande che il signor Pellegrini deve darci perché noi ci fidiamo di lui», aveva detto Danko.

Nella conferenza stampa che ha fatto seguito all’incontro, Pellegrini ha spiegato che i timori di SNS erano legati alla velocità degli ultimi sviluppi, quando nel giro di poche ore si è dimesso un ministro dell’Interno appena nominato, e poi è stato dimesso il capo delle forze dell’ordine. Pellegrini ha parlato di possibili malintesi o anche solo di una insufficiente comunicazione tra i partner di governo, ma il colloquio tra lui e Danko ha rasserenato gli animi con una discussione «amichevole, costruttiva e professionale». Egli ha assicurato a Danko che la sua priorità è e rimane la realizzazione del programma del governo, e che non c’è «nessuna intenzione di rivedere o cambiare l’orientamento di politica estera della Slovacchia, che è chiaramente europeista».

Pellegrini ha garantito all’alleato di lasciare spazio ai ministri nominati da SNS, il cui successo sarà un successo per tutto il governo. Danko, ha aggiunto che stanno cooperando e devono imparare a collaborare. «La fretta non ci ha permesso di definire le nostre relazioni», l’incontro è stato amichevole, e probabilmente lo ripeteremo «perché ci ha dato molto», ha detto.

L’altro partito di governo, Most-Hid, aveva detto di non essere d’accordo con le critiche di SNS a Pellegrini, in quanto «non vediamo alcun cambiamento nella coalizione di governo sulle questioni politiche importanti».

(Red)

Foto sns.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.