Schmiedlova risorge, suo il WTA di Bogotà

Anna Karolina Schmiedlova, vi ricordate di lei? È la ragazza slovacca che nel 2015 visse una crescita costante tanto da farle vincere 2 titoli (Katowice e Bucharest) e perdere una finale (Rio de Janeiro) più numerosi interessanti risultati nei tornei di medio-alto livello. Classe 1994, concluse l’anno appena dentro la top-30 con buone prospettive davanti a lei salvo cominciare il 2016 in modo disastroso, vincendo una partita da inizio anno fino a metà luglio. La Race la vedeva abbondantemente fuori dalle prime 200, finì la stagione senza ottenere 2 vittorie consecutive e il ranking la vedeva, a novembre, al numero 223 del mondo. Usciti i 55 punti di Sydney e i 10 dell’Australian Open 2016, toccò il picco più basso al numero 273.

Fu una crisi di risultati abbastanza strana, perché non ci fu legato alcun infortunio. Un po’ quello che accadde a Sorana Cirstea, che arrivò vicinissima alla top-20 prima di passare mesi terribili in cui non riusciva più a giocare e finì nei bassifondi del circuito ITF. Schmiedlova fece un po’ lo stesso percorso, arrivando al punto in cui subiva diverse sconfitte pesanti nei primi turni degli ITF da 25.000 dollari. Poi, la scorsa estate, i primi tiepidi segnali di risveglio con alcuni successi in successione che passo dopo passo l’hanno riportata prima vicino poi dentro la top-200.

All’inizio di questa settimana era “già” al numero 132, oggi il suo ranking è salito all’84, la posizione più alta da quei terribili 6 mesi del 2016 […continua…]

Leggi il resto su OKtennis.it

Foto si.robi cc b y sa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.