L’italiano Vadalà rimane in carcere in attesa di decisione sull’estradizione

In una seduta a porte chiuse il senato della Corte Suprema slovacca ha deciso ieri di confermare la custodia in carcere dell’italiano Antonino Vadalà, il cui arresto era stato ordinato quattro settimane fa su mandato europeo di cattura emesso dal tribunale di Venezia. La corte ha dunque respinto il ricorso fatto dall’imputato contro la sentenza di convalida del fermo decisa dal tribunale regionale di Kosice.

Ora il fascicolo giudiziario dell’uomo, che risiede in Slovacchia dalla metà degli anni ’90 ed è accusato di essere tra gli organizzatori di un traffico internazionale di stupefacenti, ritorna a Kosice dove il tribunale regionale dovrà giudicare l’ammissibilità della proposta di un procuratore regionale per trasferire l’italiano alla custodia per l’estradizione.

(Red)

Foto ssalonso cc by sa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*