La Slovacchia al primo posto nell’indice NCIS per la sicurezza informatica

Dopo avere aderito di recente all’organizzazione, la Slovacchia ha preso subito la testa con 80,52 punti davanti alla Germania (79,22) nel global ranking del National Cyber Security Index (NCSI). L’NCSI è un indice globale che misura la preparazione dei paesi a prevenire la realizzazione di minacce informatiche fondamentali e la prontezza a gestire gli incidenti informatici, i crimini e le cyber-crisi su larga scala, gestito dalla ong Estonian e-Governance Academy Foundation (EGA).

Entrata nell’indice con altri sette nuovi paesi, la Slovacchia è il nuovo leader dell’NCIS, dimostrando di avere compiuto notevoli sforzi nello sviluppo delle proprie capacità di cyber security negli ultimi anni, con un punteggio massimo in ben 7 delle 12 abilità valutate. La fornitura delle informazioni è stata coordinata da Rastislav Janota, presidente del Comitato di sicurezza informatica presso il Consiglio di sicurezza nazionale della Repubblica Slovacca.

L’indice include ora informazioni su 63 paesi. La tabella completa può essere consultata su http://ncsi.ega.ee/ncsi-index. In questa classifica, in cui diversi paesi dell’Europa orientale hanno una posizione di alto livello (Lituania, Cechia, Lettonia e Polonia sono nella Top-10), l’Italia si posiziona all’11° posto con 64,94 punti.

(Red)

Illustr.: pixabay CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.