I tagli governativi freneranno gli stipendi, ma comunque lo stipendio medio aumenterà

Il pacchetto di austerità introdotto dal Governo per ridurre il deficit pubblico non avrà solo effetti negativi sulle spese delle famiglie, che sono stimate aumentare in media tra i 10 ed i 20 euro al mese, ma frenerà anche la crescita degli stipendi. Alcune aziende, che vedranno crescere le proprie spese per l’energia e per i carburanti, si troveranno con un budget ridotto da spendere eventualmente in aumenti salariali.

Il Ministero delle Finanze, che pure ha ammesso questo effetto, ha previsto aumenti previsti per il prossimo anno intorno al 3,7%, con uguale un livello di inflazione, ma alcuni analisti ritengono queste previsioni molto ottimistiche. «Ci aspettiamo che l’inflazione raggiunga quota 4,1% e che gli aumenti salariali reali si attestino sul 2,9%, che rappresenterà di fatto una dimuzione del salario reale dell’1,2%», ha dichiarato l’analista David Derenik di UniCredit Bank.

I maggiori effetti saranno registrati da decine di migliaia di impiegati pubblici che vedranno calare i propri salari in media del 10%. Ma non tutti gli analisti sono pessimisti, ad esempio la banca Slovenska Sporitelna prevede che i salari reali aumentino del 2-2,5%, con salari nominali in aumento del 6% e inflazione tra il 3,5-4%. «L’aumento della produttività, specialmente nel settore privato, consente l’incremento del salario reale», conclude l’analista della banca Maria Valachyova.

Il salario medio aumenterà

D’altro canto, il salario medio in Slovacchia è destinato ad aumentare, grazie soprattutto al miglioramento della situazione economica e a un numero sufficiente di ordini, ma anche perchè le società hanno timore di perdere i loro dipendenti migliori per la competizione esistente sul mercato. «Aumenteremo i salari il prossimo anno», dichiara il direttore del dipartimento ingegneria della Sauer-Danfoss, Milos Kraus. Dopo due anni di austerità, molte grandi aziende hanno confermato di stare valutando aumenti salariali.

Alcune aziende, U.S. Steel compresa, sono obbligate ad alzare i salari a causa degli accordi di categoria. La PSA Peugeot-Citroen a Trnava ha confermato che l’aumento dipenderà dai risultati economici della società e da accordi presi coi rappresentanti sindacali. Stando alla società di consulenza Aon Hewitt, il salario medio aumenterà del 3,8%, e solo il 5% delle società bloccherà le paghe. Ma ciò comporterà anche un cambio di strategia, non ci saranno infatti aumenti generalizzati ma «riconoscimenti solo per le figure chiave dell’azienda, mentre la maggior parte dei dipendenti riceverà aumenti minimi o pari a zero», conclude il senior consultant di Aon Hewitt, Karel Palata.

(Fonte Pravda, HN)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google