Riscaldamento più caro dal nuovo anno

Dopo due anni di calo, il prezzo del riscaldamento è destinato ad aumentare dall’anno nuovo. L’Associazione dei produttori di calore ha annunciato ieri che le bollette aumenteranno in media del 7-9%. L’Autorità per la regolazione delle immissioni di rete (URSO) deve ancora decidere sugli aumenti già annunciati, ma ci si aspetta che il tasso di aumento reale dovrebbe essere fissato attorno al 5%. Una parte degli incrementi è dovuta al controverso pacchetto di austerità imposto dal Governo, compresa la decisione di innalzare temporaneamente l’IVA dal 19 al 20%, ma la ragione maggiore è l’incremento del costo del gas naturale, come ha dichiarato il capo dell’Associazione, Miroslav Obsivany.

URSO aveva dichiarato che il costo dell’approvvigionamento di gas per le centrali di riscaldamento era previsto crescere del 10% l’anno prossimo, ma in seguito il capo dell’Autorità Jozef Holjencik (Smer-SD) ha dichiarato che le percentuali si riveleranno inferiori. «Sapremo il prezzo reale solo dopo che la proposta di SPP sarà resa pubblica», ha dichiarato. Obsivany ha aggiunto che circa l‘80% delle abitazioni sono riscaldate da centrali nelle quali si brucia gas. L’aumento per una famiglia abitante in un appartamento medio (con due camere) dovrebbe aggirasi sui 5,70 euro in più al mese per il solo riscaldamento.

(Fonte Pravda)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google