Richter: in arrivo un nuovo pacchetto legislativo di politiche sociali

Il nuovo governo procede nella sua politica di sviluppo sociale, e ha messo le mani su un nuovo pacchetto di norme che dovrebbero toccare in modo ampio tutti i gruppi sociali, secondo quanto dichiarato ieri dal ministro del Lavoro, Affari sociali e Famiglia Jan Richter (Smer-SD) dopo la seduta dell’esecutivo. Sono all’esame norme per i pensionati, ma anche per le giovani famiglie, e poi l’occupazione, la crescita dei salari minimi e gli stipendi degli statali e dei dipendenti pubblici, un provvedimento che, nelle intenzioni, «toccherà milioni di persone», ha affermato il ministro. Solo i ritocchi ai salari del settore pubblico sono valutati 300 milioni di euro, di cui 200 a carico dello Stato e il resto da risorse delle amministrazioni locali, ha detto Richter. E anche le altre misure da discutere all’interno del pacchetto valgono centinaia di milioni di euro. La discussione sul provvedimento dovrebbe avvenire in consiglio dei ministri la prossima settimana.

Il ministro Richter ha auspicato che sul salario minimo di legge, che viene aggiornato di anno in anno e che negli ultimi anni ha visto una crescita considerevole, ci possa essere quest’anno finalmente un accordo comune tra le parti sociali, con sindacati e imprese per una volta concordi sul suo ammontare, arrivando al superamento della soglia di 500 euro lordi. Il livello fissato per il 2018 è di 480 euro, con una crescita del 10% rispetto ai 435 dell’anno precedente. Cinque anni fa, nel 2013, il minimo salariale era pari a 337 euro.

Quanto al sostegno per i giovani e le famiglie, il ministro è a favore di un maggiore incoraggiamento a fare figli, e intende ridurre il divario esistente tra l’assegno di congedo di maternità (sei mesi) e il congedo parentale (fino a tre anni di età), aumentando notevolmente quest’ultimo, che è ora di 214 euro al mese. Mentre il sussidio di maternità è pari al 75% dello stipendio lordo.

(Red)

Foto eu2016sk CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*