I parlamentari ed i giudici manterrano l’immunità dalle procedure penali

I deputati manterranno la loro immunità, visto che solo 75 di essi hanno votato a favore dell’emendamento costituzionale atto a promuovere una riduzione dell’immunità (anche dei giudici) nella sessione del Parlamento di ieri. Sono infatti necessari almeno 90 voti per cambiare la Costituzione. Tutti i parlamentari rappresentanti di SDKU-DS, KDH, Most-Hid e SaS assieme ad Anna Belousovova e Rudolf Pucik  di SNS hanno votato a favore della proposta di revoca dell’immunità relativamente al solo comportamento tenuto in Parlamento. I restanti componenti di SNS e praticamente tutto lo Smer-SD hanno votato contro, con l’eccezione di Igor Federic (Smer) che si è astenuto.

Il Primo Ministro Iveta Radicova (SDKU-DS) aveva dichiarato che oltre all’emendamento costituzionale in questione si sarebbe trattato anche un emendamento per abrogare l’immunità per i reati minori. I voti dell’opposizione non sarebbero stati necessari per la seconda proposta di legge, peccato che nessuno l’abbia presentata. Secondo il vicepresidente di Smer-SD Pavol Paska nessuno scende in politica per usare la propria immunità intenzionalmente e sottrarsi alla legge. «È una sorta di fobia che si è creata qui, cioè che un pubblico ufficiale sia una persona che non vuol far altro che infrangere la legge e commettere reati», ha dichiarato.

(Fonte TASR)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google