Smer: fiducia in Kalinak, opposizione vuole colpo di stato

Le voci circolate nelle ultime ore dell’intenzione del ministro Kalinak di rassegnare le proprie dimissioni lunedì prossimo, passando i poteri alla sua vice Denisa Sakova sono state prontamente e seccamente smentite dai rappresentanti di Smer-SD questa mattina in conferenza stampa. L’incontro con i media era stato convocato in Parlamento, ma poi spostato nella sede del partito causa l’allarme bomba che ha fatto evacuare per alcune ore l’edificio che ospita il Consiglio nazionale slovacco. Il capogruppo parlamentare di Smer-SD, nonché vice presidente del Parlamento, Martin Glvac ha dichiarato che il partito sta lavorando per calmare gli animi e che riferirà la sua linea di azione in primo luogo ai partner della coalizione di maggioranza.

Smentendo di volersi candidare lui stesso a ministro degli Interni, Glvac ha poi attaccato i liberali di SaS per le loro«dichiarazioni pericolose e antidemocratiche», e detto che i rappresentanti di Smer sospettano che SaS voglia tentare un colpo di stato. Critiche sono state indirizzate anche al presidente Andrej Kiska, considerando scorretto da parte del presidente iniziare i colloqui con i partiti dell’opposizione, indicando così chiaramente «il suo sostegno all’opposizione», ha detto il vice presidente Smer e governatore di Zilina Juraj Blanar, lasciando intendere il suo malcelato obiettivo di arrivare alla creazione di un nuovo governo, un «governo di transizione». Lo stesso primo ministro Fico aveva dichiarato ieri che i partiti di opposizione hanno ammesso di volere un colpo di stato, il che «che significa caos, instabilità e tumulti». Ma lui ha invece più interesse nel trovare una soluzione insieme al partito Most-Hid perché rimanga alleato nella maggioranza, e conta di dare risposte entro lunedì, prima del consiglio nazionale convocato da Most-Hid che dovrebbe tenersi martedì 13 marzo.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Parlando ieri ai media dopo la seduta di governo, il ministro delle Finanze Peter Kazimir (Smer-SD) ha detto che un presidente della repubblica normale avrebbe dovuto tentare di calmare la situazione, incontrandosi innanzitutto con le istituzioni dell’esecutivo, ma invece Kiska con il suo appello televisivo ha alzato la tensione e chiesto un cambio di governo. Kazimir ha detto che il partito Smer è sotto attacco continuo da due settimane, per cui capisce il nervosismo del primo ministro Robert Fico che ha addirittura tirato fuori teorie di cospirazione di Kiska in combutta con il miliardario George Soros. Io «non scrivo i discorsi per il primo ministro, non mi considero un sorosologo e non soffro di sorosofobia», ha detto il ministro, ma in queste settimane sono stati versati secchi di sudiciume sul governo e sui ministri Smer, e l’opposizione ha cominciato essa stessa diverse teorie cospirative. Secondo lui la mozione di sfiducia dell’opposizione nei confronti del governo non aiuta la stabilità politica e la prosperità del paese, « dobbiamo renderci conto che se vogliamo che la Slovacchia continui ad essere governata in modo stabile e democratico dobbiamo anche mantenere dritta la barra della crescita economica del paese». Kazimir ha detto di avere fiducia nella persona del ministro Kalinak, «non credo che egli abbia niente a che fare con l’omicidio di Kuciak e la sua fidanzata, e sono fiducioso che il ministro dell’Interno stia facendo il possibile per punire gli assassini e coloro che hanno ordinato gli omicidi».

Mentre il ministro Kalinak, sempre ieri fuori del palazzo del governo, ha detto che la volontà di Smer-SD di soddisfare le richieste del partito di coalizione Most-Hid non significa necessariamente «che io devo essere sacrificato». Ci sarà una discussione tra i due partiti e si vedranno le alternative a disposizione, ha affermato.

(La Redazione)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.