Logistica ieri e oggi. Parte 6: Marketing e Qualità (segue)

Il termine “Qualità”, per ciò che concerne l’industria,  indica lo stato di un prodotto, o un servizio, in un dato momento. Da molto tempo si parla di Qualità e tale materia si studia nel corso universitario di Ingegneria Gestionale.

Si tratta di una materia importante perché lo “stato” buono o cattivo di un prodotto può condizionare il successo dello stesso, nel momento in cui arriva nelle mani dei consumatori.  Vanno quindi identificati esattamente i parametri con cui lavorare ed a questo ovviamente non possono che concorrere i desideri dei consumatori (v. articolo precedente: Il Marketing).

Oggi non ci si limita più a controllare i prodotti all’uscita dall’area di produzione, ma si applicano concetti di “Qualità Totale”, di “Catena della Qualità” e di un insieme di regole: le ISO, acronimo di Organizzazione Internazionale della Standardizzazione che nel 1987 varò le regole indicate nelle ISO 29000, poi aggiornate nel 1994 (ISO 9000), poi nel 2000, 2005 e nel 2008.

Queste regole oggi definiscono la “Qualità dei Processi” e non più solo quella dei singoli prodotti, stabiliscono criteri di controllo dell’efficienza tramite l’adozione di indicatori chiave (ad esempio, numero di errori commessi in un numero X di documenti in un tempo Y)  o dell’efficacia, cioè la capacità di raggiungere gli obiettivi.

È molto importante oggi, al fine di essere competitivi in un mondo in cui la competizione è diventata ormai globale, tener conto della Catena della Qualità. Si tratta di una serie di passi, o procedure stabiliti nel Piano di Marketing, atti a tenere sotto stretto controllo tutte le attività svolte dai Processi coinvolti:

–     la conoscenza il più possibile corretta dei desideri dei consumatori;

–     la conversione di questi desideri in caratteristiche che il produttore può controllare (tramite gli indicatori chiave);

–     lo studio della  progettazione del prodotto;

–     il processo produttivo vero e proprio;

–     il processo di promozione e vendita;

–     il processo di assistenza post-vendita;

–     il processo di analisi delle performance;

–     il processo di  miglioramento delle performance.

Tutto questo si avvicina moltissimo al concetto di “miglioramento continuo” (Kaizen), in quanto ogni piccolo cambiamento in un punto qualsiasi della “catena” più su descritta si riflette su tutti gli altri, forzando l’intera organizzazione ad adattarsi e sebbene questo sia un impegno continuo e combinato, costituisce fonte di successi se perseguito con costanza.

La Catena della Qualità, ed i necessari controlli che ne conseguono (ripetiamo: non solo dei prodotti, ma anche dei processi…), oggi fanno parte integrante della Supply Chain, in quanto coinvolgono la gestione degli Acquisti, dei Fornitori e dei flussi di merci in entrata ed uscita (inbound/outbound), per non menzionare le attività di magazzino e le indispensabili interazioni con l’Information Technology.

(FFW)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google