Fico vuole candidarsi a capo della Corte costituzionale

Secondo fonti del quotidiano Dennik N, il primo ministro Robert Fico starebbe valutando una sua candidatura a giudice e poi presidente della Corte costituzionale. Già nel 2014 Fico aveva dato un segnale di voler lasciare il governo, quando si candidò alla presidenza della repubblica, dova al ballottaggio contro Andrej Kiska subì una bruciante sconfitta. L’attuale presidente della Corte, Ivetta Macejkova, dovrà essere sostituita insieme a nove giudici tra un anno, nel febbraio 2019, e il Parlamento slovacco sarà chiamato a selezionare 18 candidati per i giudici della Corte.

In questo frangente, la maggioranza parlamentare guidata dal partito Smer-SD di cui Fico è leader potrebbe nominarlo a capo dell’organo garante del sistema democratico slovacco. In seguito sarà il presidente Andrej Kiska a nominare nove dei candidati e selezionare anche il futuro presidente della Corte. Al momento non si sa se Kiska, che termina il suo mandato nel giugno del 2019, sia disposto a designare Fico.

Il partito di opposizione OLaNO ha espresso disaccordo con l’idea che politici attualmente in carica si candidino per un posto alla Corte costituzionale. Il premier ha negato il suo interesse a una poltrona alla Corte, e ha affermato di avere già detto più volte che il suo obiettivo di medio termine è portare il partito Smer-SD a «una quinta vittoria nelle elezioni parlamentari» del 2020, e guadagnarsi così il suo posto di capo del governo, per la quarta volta.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.