ZMOS vuole altri stanziamenti duraturi per i comuni slovacchi

L’Associazione delle città e dei paesi slovacchi (ZMOS) riporta che la gran parte dei suoi membri sta lottando con la carenza di finanze dovuta all’alta disoccupazione ed al calo degli introiti fiscali dovuti alla crisi, sitazione aggravata peraltro dalle disastrose alluvioni che hanno afflitto soprattutto il centro e l’est del Paese. I Comuni hanno perso 135 milioni di euro e nonostante il Governo abbia stanziato un sussidio di circa 53 milioni, ha dichiarato il portavoce della ZMOS Michal Kalinak, servirebbe uno stanziamento duraturo.

«Il denaro che possono mettere a bilancio le città ed i paesi potrà coprire almeno i costi di compartecipazione ai progetti finanziati dai Fondi Europei», prosegue Kalinak. L’ultimo sussidio in ordine temporale segue uno stanziamento di 33 milioni approvato dal Governo precedente in Aprile di quest’anno, ed uno di cento milioni datato Dicembre 2009. Momentaneamente a soffrire sono i paesi più piccoli e soprattutto quelli colpiti dalle inondazioni, in quanto «la piccola rimanenza nelle casse comunali è stata spesa per i lavori di pulizia», ha dichiarato il Sindaco del paese di Markovce (regione di Kosice) Valeria Elkova.

I paesi ed i villaggi hanno docuto cancellare o stoppare i progetti di sviluppo per poter garantire almeno i servizi essenziali. «Abbiamo dovuto licenziare impiegati e tagliare investimenti ed acquisti. Attualmente funziona una sola fontana in città», ha dichiarato il Sindaco di Martin (regione di Zilina) Andrej Hrnciar.

(Fonte Pravda)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google