Giornata della memoria, altri 12 slovacchi nominati ‘Giusti tra le nazioni’

Come avviene ormai ogni anno in occasione della Giornata della memoria, anche quest’anno sono stati decorati con il titolo “Giusto tra le nazioni” dodici slovacchi, che si uniscono ai quasi seicento nomi slovacchi già presenti, su 27mila totali, incisi sul Muro d’onore nel Giardino dei Giusti a Gerusalemme. La cerimonia di conferimento del riconoscimento presso il al Nazionale a Bratislava è stata presieduta dall’ambasciatore israeliano in Slovacchia, Zvi Aviner Vapni, insieme al console generale d’Israele e alla presenza del presidente slovacco Andrey Kiska e altri alti funzionari slovacchi di governo e parlamento.

Davanti ai figli e discendenti dei dodici slovacchi premiati quest’anno, Vapni li ha definiti persone coraggiose e virtuose che hanno salvato altri da morte certa. Storie che oltre 70 anni dopo la fine della guerra ci fanno meditare sulla natura dell’uomo, «che può essere incredibilmente crudele ma anche molto coraggioso e buono». Il presidente Kiska ha espresso il suo più profondo rispetto per queste persone che «hanno preso posizione», e si è augurato che le loro storie «servano da ispirazione per tutti coloro che sostengono i valori di dignità, umanità e tolleranza, e sono pronti a difendili».

(Red)

Foto Thaler Tamas cc by sa
Foto David Shankbone cc by sa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.