Slovacchia e V4 contro la riduzione dei sussidi UE alle grandi aziende agricole

La ministra slovacca dell’Agricoltura Gabriela Matecna, a Bruxelles lunedì per una riunione dei ministri europei del settore, ha ribadito con forza la posizione della Slovacchia sulla PAC, la Policia agricola comune, rigettando l’idea di discriminare alcune forme o dimensione di impresa agricola piuttosto che altre.

Il commissario europeo per l’Agricoltura, Phil Hogan, intende fare tagli ai sussidi agricoli della PAC dopo l’uscita del Regno Unito dall’UE, a partire dal 2020. Si parla di una cifra intorno ai 59 miliardi di euro, e tra le proposte c’è quella di ridimensionare i contributi alle grandi aziende, una misura che andrebbe a colpire in modo particolare la Slovacchia, dove il settore agricolo e dell’allevamento è particolarmente concentrato in grandi agglomerati, un retaggio del passato regime comunista, ma anche Repubblica Ceca, Danimarca e Germania orientale hanno un problema con questa idea. La questione era stata discussa il giorno stesso dai quattro ministri del V4 (Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria), che in una dichiarazione comune hanno chiesto ai colleghi dell’Unione europea di non fare differenze tra aziende agricole per dimensione o altri fattori discriminanti.

In media, le aziende agricole in Slovacchia gestiscono 80 ettari di terreno. Se venissero ridotti i sussidi alle grandi aziende sarebbe un segnale molto negativo per la loro sostenibilità e un colpo all’occupazione nel settore. Nel 2016 un’indagine mostrava che meno di un terzo degli agricoltori slovacchi (28%) era contento del sistema di aiuti finanziari dell’UE, che si ritenevano discriminati rispetto ad altri paesi per condizioni più severe nell’ottenere sussidi. Questa situazione di svantaggio rispetto alla concorrenza, diceva qualche tempo fa la Camera slovacca per l’agricoltura e l’alimentazione (SPPK), come diretta conseguenza una limitata presenza di prodotti alimentari nazionali sugli scaffali dei negozi in Slovacchia, che sono solo il 40%.

(Red)

Foto maria-anne CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.