I Ministri del V4 a Bratislava hanno convinto Serbia e Kosovo a tenere colloqui

I Ministri degli Esteri dei Quattro Paesi di Visegrad (V4 / Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia) si sono riuniti Venerdì a Bratislava per discutere il processo di integrazione europea ed euroatlantica della regione dei Balcani occidentali. Presente alla riunione anche il Commissario Europeo per l’Allargamento, Stefan Fule (Repubblica Ceca) e un rappresentante della Presidenza belga dell’UE. A loro si sono uniti nel pomeriggio i Ministri degli Esteri dei Paesi dei Balcani occidentali (Albania, Macedonia, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Serbia e Montenegro) per colloqui informali.

La manifestazione si è svolta sotto la Presidenza slovacca del Gruppo V4, con i ministri Mikulas Dzurinda, Karel Schwarzenberg (Repubblica Ceca), Janos Martonyi (Ungheria) e Radoslaw Sikorski (Polonia), che hanno discusso di una più stretta cooperazione nella realizzazione di progetti congiunti e la condivisione di know- how relativo al processo di integrazione con i Paesi balcanici.
La riunione è stata convocata per inviare un messaggio chiaro di supporto dei Paesi V4 per un ulteriore allargamento dell’UE, in particolare nel 2011 quando l’Ungheria e la Polonia si divideranno la Presidenza della UE.

Nella giornata di Venerdì è stato annunciato che la Slovacchia – con i suoi vicini Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia (i Quattro di Visegrad) – è riuscita a far accordare la Serbia e la sua provincia separatista del Kosovo (che 22 Paesi UE riconoscono come Stato indipendente, mentre la Slovacchia e altri quattro Stati dell’Unione non vogliono riconoscerla) per incontrarsi e discutere delle loro relazioni bilaterali nel prossimo futuro.
«Oggi c’è stato un cambiamento positivo in questa questione», ha detto il Ministro degli Esteri ungherese Janos Martonyi ai giornalisti dopo il pranzo che Venerdì ha coinvolto funzionari dalla Serbia e dal Kosovo. Belgrado e Pristina, secondo Martonyi, potrebbero iniziare i colloqui il più presto, anche in questo mese, lasciando le questioni più sensibili per un secondo momento.
Il Ministro degli Esteri slovacco Mikulas Dzurinda ha detto che il non riconoscimento del Kosovo da parte della Slovacchia non impedisce al Kosovo di tentare l’ingresso nell’Unione Europea.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google