Viaggio a Palermo, Capitale italiana della cultura 2018 – parte 3/3

Viaggio a Palermo, nominata Capitale italiana della cultura 2018. Vedi le puntate precedenti QUI e QUI.


Se si trascorre qualche giorno in più

Esaurire tutto quello che c’è da vedere a Palermo in 3 giorni è impossibile, quindi se avete a disposizione un paio di giorni in più potrete approfondire la vostra visita, con dei luoghi che sono leggermente al di fuori dal centro città, ma ugualmente affascinanti e suggestivi. Uno di questi luoghi è Monreale, in cima al monte Caputo, con il suo spettacolare Duomo del XII secolo (sotto).

All’interno di questo edificio dalla bellezza disarmante si trovano dei preziosi mosaici bizantini con il Cristo Pantocratore (foto) che domina dall’alto. Il chiostro è sorretto da 228 colonne e deve la sua bellezza al periodo Normanno. Dalla terrazza del Duomo si gode di una bellissima vista su tutta Palermo.

Altro luogo da visitare è il santuario di Santa Rosalia, situato sul monte Pellegrino. Una costruzione suggestiva (sotto), ma anche importante per il culto di Santa Rosalia a cui sono molto legati i palermitani e non solo. Il santuario è raggiungibile attraverso diversi percorsi, tra cui una lunga scalinata che i fedeli percorrono a piedi, in segno di devozione. L’interno del Santuario è una  grotta profonda 25 metri, alla cui estremità vennero trovate le spoglie di Santa Rosalia.

Inoltre nei dintorni di Palermo si può visitare il famoso Castello di Zisa (sotto) di ispirazione Egiziana e Nord Africana, che fu residenza estiva dei Re Normanni.

Il Palazzo di Cuba è un altro interessante esempio di architettura arabo – bizantina. Il palazzo (sotto) è anche noto per aver rappresentato la scenografia dello storico Decameron del Boccaccio.

 


Dove dormire e mangiare

Trovare una buona sistemazione a Palermo non è molto difficile: gli alloggi non sono molto cari e in più si possono trovare a pochi passi dalle attrazioni più significative della città, nel pieno centro. La zona migliore dove alloggiare è tra la piazza Politeama, piazza Massimo e via Ruggero Settimo che collega le due piazze. In questo modo ci si trova in pieno centro città e nelle vicinanze delle fermate del bus. In questa zona si trovano molti hotel, dai più lussuosi a quelli con una stella, con prezzi che variano dai 40 ai 160 euro per una notte. Nel caso in cui il vostro budget sia più ridotto potete optare per uno dei bed & breakfast. Uno di questi è la casa dei Normanni, poco distante dal mercato di Ballarò, un ambiente familiare e sereno che offre un’ottima ed abbondante colazione, con un buon rapporto tra prezzo e qualità: dai 40 euro a notte per una camera doppia.

Se andate a Palermo, o in generale in Sicilia, l’ultima cosa a cui dovete pensare è la linea. Sono così tante ed ad ogni angolo della strada le prelibatezze della cucina isolana, che sarà impossibile resistere. Si mangia bene dappertutto e i prodotti sono quasi sempre di prima qualità. Questo fa capire che i palermitani ci tengono molto alla loro cultura culinaria. D’estate si può cominciare a fare colazione con la brioche con il gelato, o con la granita di caffè o limone. Se durante il giorno poi vi assale un languorino, potrete scegliere tra arancine, calzoni, iris fritte o al forno e per i più temerari il panino con la milza. Queste pietanze solo un piccolo assaggio di cosa mangiare in Sicilia.

Per uno spuntino veloce uno dei locali migliori di Palermo è la pasticceria Oscar, che non essendo proprio nel centro storico è poco conosciuto dai turisti, ma ci si arriva con pochi minuti di autobus: per i dolci è di certo tra i numeri uno in città. Un’ottima trattoria nel centro di Palermo dove gustare la vera cucina siciliana è Ferro di cavallo in via Venezia. Si pranza e si cena ad un prezzo davvero ragionevole: un menù completo con due antipasti, due primi, due dolci e due amari ed una bottiglia di bianco della casa costa solo 35 euro. È consigliabile andare non troppo tardi, quando il locale non è ancora eccessivamente affollato. Un altro ristorante nel cuore di Palermo è da Spanò, un piccolo locale a conduzione familiare con pesce sempre fresco e proprietari molto simpatici. Il prezzo di una cena con antipasto, secondo e vino è sui 20 euro a persona.

(Stefania Lombardi via Fanpage, cc-by-nc-nd)


Foto pixabay, santiagolopezpastor cc by nd
Eva Schuster/Freeimages CC0, Matthias Süßen cc by
gnucks CC0 

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.