Sebastian Kurz e il nuovo governo austriaco

Sin dal suo insediamento il nuovo governo austriaco guidato dal giovane Kurz ha fatto parlare di sé, non solo per aver creato una coalizione di maggioranza con un partito di estrema destra, ma anche per aver inserito nel programma di governo l’ipotesi di una doppia cittadinanza per gli altoatesini di madre lingua tedesca e ladina

1. COALIZIONE CON L’ESTREMA DESTRA
A due mesi dalle elezioni politiche, il 18 dicembre il Cancelliere Sebastian Kurz si è insediato come capo del Governo in Austria, creando una coalizione tra il partito di centrodestra (ÖVP) e quello di estrema destra, il Partito della Libertà (FPÖ). Ad oggi, tra gli Stati europei, l’Austria è l’unico ad avere un partito di estrema destra al governo, anche se l’estrema destra si sta affermando in altri Stati UE, tra cui anche l’Ungheria e la Svezia. Il partito austriaco di estrema destra (FPÖ), conosciuto per le sue idee anti-Ue, non è una nuova conoscenza a Bruxelles, che nel 2000 aveva inflitto una serie di sanzioni e misure restrittive all’Austria proprio per un governo di coalizione dell’ÖVP con l’FPÖ. Questa volta l’FPÖ ha dovuto rinunciare alla possibilità di indire un referendum sulla “Oexit”, cioè l’uscita dell’Austria dall’Unione Europea, ipotesi che aveva sostenuto per anni. L’Europa in principio si diceva molto preoccupata che Vienna potesse fare marcia indietro riguardo al futuro dell’UE, alle tematiche dell’immigrazione e redistribuzione dei migranti secondo quanto stabilito dal Trattato di DublinoIl Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani si è però reputato soddisfatto del suo incontro a Bruxelles con il Cancelliere austriaco. Sebastian Kurz ha dichiarato che l’intento del nuovo governo austriaco è quello di istituire un chiaro orientamento filoeuropeo, contribuendo e sostenendo la creazione di una forte Comunità europea ed un futuro per l’Europa, con l’intento di collaborare positivamente durante la Presidenza austriaca del Consiglio europeo che inizierà a luglio 2018. Nei giorni scorsi, l’Austria ha presentato gli obiettivi principali del programma di governo, che comprendono la riduzione delle tasse, dare un impulso all’economia cercando in particolare di ridurre la disoccupazione giovanile, passare al 100% a energia da fonti rinnovabili entro il 2030 per seguire le linee guida dell’Accordo di Parigi, nonché garantire maggiore sicurezza e contrastare l’immigrazione illegale.

2. IMMIGRAZIONE E UE
Il nuovo Cancelliere austriaco è ben noto agli altri Stati UE ed in particolare all’Italia. Da quando ha assunto la carica, Kurz ha utilizzato il tema dei migranti e la protezione dei confini, per conquistare consensi e approdare alla guida del governo austriaco. Il tema dell’immigrazione illegale è sempre stato al centro della sua propaganda politica e continua ad esserlo ancora oggi. Il Governo austriaco ha espresso la propria volontà di inasprire le misure di contrasto all’immigrazione clandestina, introducendo delle modifiche al sistema sociale, rafforzandolo, ma con l’intento di renderlo meno attraente per i migranti. Negli ultimi anni i controlli sulle zone di confine si sono intensificati creando cooperazioni tra le forze dell’ordine austriache e quelle italiane stanziate sia sul confine del Brennero che nelle principali stazioni ferroviarie italiane in prossimità del confine, con controlli massicci sui treni e convogli merci per bloccare i migranti clandestini. Per proteggere i propri confini, il governo austriaco ha messo a punto una maxi operazione, non solo sul confine con l’Italia, ma anche alle frontiere con Slovacchia, Ungheria e Slovenia. L’intensificazione dei controlli al confine da parte dell’Austria ha sempre avuto lo scopo di bloccare gli arrivi di gruppi di migranti illegali. Difatti, le linee guida del programma di governo austriaco presentate a Bruxelles si avvicinano sempre di più a quelle del Gruppo di Visegrád (Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria). […continua…]

Continua a leggere su ilcaffegeopolitico.org

Foto hl_101 cc by nc

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.