Fondi UE, riscosso il 10,99% dei 15 miliardi a disposizione della Slovacchia

Dei 15,3 miliardi di euro di fondi comunitari a disposizione per il periodo di bilancio 2014-20, la Slovacchia ha ‘prenotato’ fino al 15 dicembre 5,3 miliardi (il 34,19%) per contratti già approvati, mentre alla stessa data il volume di fondi UE prelevati a livello nazionale è stato pari a 1,7 miliardi di euro (il 10,99%). Questi i numeri forniti oggi dal vice primo ministro per gli investimenti e l’Informatizzazione Peter Pellegrini all’agenzia Tasr.

Pellegrini ha detto che per fine anno si raggiungerà l’11-12% previsto, sottolineando che la riscossione è migliorata anche grazie alle misure di un piano d’azione che ha aumentato la trasparenza e l’efficacia del prelievo, insieme alle nuove gare d’appalto elettroniche.

Secondo il vice premier, a parte i fondi bloccati dalla Commissione europea dopo lo scandalo scoppiato in due gare lanciate dal ministero dell’Istruzione e Ricerca, fatto per il quale il ministro Plavcan è stato costretto a dare le dimissioni, non ci saranno altre dismissioni di fondi per il 2017. Per quella operazione poco trasparente, il cui caso è scoppiato questa estate, nell’ambito del Programma operativo per la ricerca e l’innovazione, si perderanno probabilmente 26 milioni di euro, una somma che rappresenta, rammenta Pellegrini, l’1,2% dei 2,2 miliardi di euro del programma per la Slovacchia.

(Red)


Foto pixabay CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.