Un libro per raccontare l’emigrazione italiana ai ragazzi

La mobilità italiana raccontata attraverso la storia del cibo e dei mestieri all’estero. È questo il tema del volume “Il Racconto degli Italiani nel Mondo. RIM Junior 2017” che si propone lo scopo di narrare ai giovani la storia e l’attualità dell’emigrazione italiana nel mondo.

«Leggendo il testo, promosso dalla Fondazione Migrantes, si scopriranno le origini nordafricane della nostra italianissima pasta, le avventure della pizza in giro per il mondo, la lunga storia d’amore tra gli italiani e il caffè, le peripezie dei piccoli arpisti girovaghi e degli impavidi orsanti e scimmianti – si legge in una nota -. E, inoltre, si verrà a conoscenza del perché nobili e benestanti europei amavano ricorrere a vetrai, marmisti e riquadratori italiani e i pittori e gli scultori inglesi dell’Ottocento non potevano fare a meno di modelli e modelle italiane per le loro opere».

La Fondazione Migrantes vuole che Il Racconto Italiani nel Mondo 2017 sia «uno strumento culturale utile e adeguato all’attuale momento storico vissuto dal nostro Paese che è fatto, al pari di ciò che si vive su scala planetaria, di flussi migratori in entrata e in uscita, di processi umani sempre più caratterizzati da partenze e da arrivi nell’ambito di una libera circolazione raggiunta con grandi sacrifici».

«In un momento storico in cui l’arrivo di migranti in Europa, e in Italia in particolare, crea tensioni e preoccupazione è importante mostrare ai giovani l’aspetto speculare dell’immigrazione in Italia, quello dell’emigrazione degli italiani che, per secoli e fino ai giorni nostri, ci ha visto protagonisti di un importante flusso migratorio in tutto il mondo», sottolinea la Fondazione Migrantes.

Ne Il Racconto degli Italiani nel Mondo. RIM Junior 2017 le migrazioni italiane nel mondo sono raccontate ai ragazzi utilizzando il QR code che rimanda a contenuti aggiuntivi online (video, testi, pagine internet) per l’approfondimento del tema. I percorsi didattici del RIM sono molteplici e il giovane lettore potrà avventurarsi in solitario alla scoperta della storia dell’emigrazione italiana o sotto la guida dell’insegnante insieme a tutta la classe.

(NoveColonneATG)

 

 


Foto Francesco mazzo cc by sa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.