Juncker: su Brexit ancora molto da fare, ma cittadini Ue vengono per primi

«In questa trattativa, i cittadini sono sempre venuti per primi. È stato di grande importanza per la Commissione garantire che i cittadini dell’UE nel Regno Unito siano protetti dopo che il Regno Unito avrà lasciato l’Unione europea. I cittadini dell’UE hanno compiuto importanti scelte di vita assumendo che il Regno Unito fosse un membro dell’Unione europea. La Brexit ha creato grande incertezza per quei cittadini e per le loro famiglie. Oggi riportiamo la certezza». Lo ha detto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, commentando la bozza di accordo sul negoziato sulla Brexit, raggiunto nella notte tra il 7 e l’8 dicembre scorsi con il governo della premier britannica Theresa May.

«I negoziatori della Commissione si sono assicurati che le scelte fatte dai cittadini dell’UE che vivono nel Regno Unito saranno tutelate. Ci siamo assicurati che i loro diritti rimarranno gli stessi dopo che il Regno Unito ha lasciato l’Unione europea. Ciò vale in particolare per il diritto dei cittadini dell’UE a vivere, lavorare e studiare; il diritto dei cittadini dell’UE al ricongiungimento familiare; la protezione dei diritti dei bambini dei cittadini dell’UE; e il diritto all’assistenza sanitaria, alle pensioni e ad altre prestazioni di sicurezza sociale. Abbiamo fatto in modo che le procedure amministrative siano economiche e semplici. Si tratta di una questione alla quale la Commissione presterà particolare attenzione al momento della stesura dell’accordo di ritiro. Lo stesso vale per i cittadini britannici che vivono nell’UE27».

Juncker ricorda che il primo ministro britannico Theresa May «ha affermato nel suo straordinario discorso di Firenze che il Regno Unito avrebbe onorato i suoi impegni, anche oltre il 2020. Si trattava di un processo dettagliato, linea per linea, e l’impegno è stato rispettato. Sull’Irlanda, l’UE ha costantemente sostenuto l’obiettivo della pace e della riconciliazione. L’Unione europea ha reso prioritario proteggere il processo di pace sull’isola. Il Regno Unito ha assunto impegni significativi per evitare un confine difficile dopo il suo ritiro dall’Unione europea. Tutti i 27 Stati membri sostengono fermamente l’Irlanda e dietro al processo di pace».

(NoveColonneATG)


Foto Number 10 cc by nc nd

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

febbraio: 2018
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google