Il vino slovacco arriva al museo del vino mondiale a Bordeaux, La Cité du Vin

Il ministero slovacco dell’Agricoltura ha siglato un memorandum con “La Cité du Vin”, il Museo dei vini del mondo con sede a Bordeaux, in Francia, allo scopo di introdurre i vini slovacchi nella prestigiosa galleria dell’enologica mondiale. La ministra Gabriela Matecna ha portato a Bordeaux a questo scopo alla fine di novembre più di 300 bottiglie provenienti da 14 cantine di produzione slovacche, certa che è la Francia il posto più indicato per presentare al mondo il vino slovacco. Si tratta, a suo dire, di «una grande cosa per la Slovacchia», è una occasione di grande pubblicità per il paese.

A Bordeaux la delegazione slovacca ha anche presentato nel corso di una conferenza le regioni vinicole della Slovacchia e le sue Strade del vino, in particolare la Strada dei Piccoli Carpazi, vicina a Bratislava, la più grande area produttiva del paese, e sono state offerte due sessioni di degustazione dei vini selezionati.


La Cité du Vin

L‘enologa Edita Ďurčová, ambasciatrice del vino slovacco, ha spiegato che l’iniziativa aveva lo scopo di mostrare la più ampia varietà di vini e cantine slovacche, dalle grandi aziende alle piccole attività familiari. I produttori slovacchi pensano che questo progetto sia un segnale positivo mandato ai consumatori della Slovacchia riguardo al riconoscimento dei vini nazionali a livello mondiale.

Essere presenti nella selezione di vini de La Cité du Vin significa poter essere assaggiati dai visitatori e, in seguito, poter vendere loro il prodotto slovacco, e allo stesso tempo essere visibili nel posto più significativo al mondo per tutti coloro che amano il vino o se ne occupano a livello commerciale.

(Red)

 


Foto Julian-G. Albert cc by
Foto patrick janicek cc by

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.