Grande Guerra, a Treviso conferenza del prof. Leoncini

Nell’ambito delle iniziative sul centenario della prima guerra mondiale si terrà domani 14 dicembre presso la sede di Treviso dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, una conferenza del prof. Francesco Leoncini sul tema de “Il diritto di autodeterminazione ed il problema dei piccoli popoli nella Grande Guerra”. Il relatore stesso ci spiega le motivazioni della sua dissertazione: «l’incontro nasce dall’idea di capovolgere la prospettiva con la quale si affronta in genere la storia del conflitto mondiale in Italia, vale a dire dalla parte italiana. Ma cosa si deve intendere per “austriaci”, per “Austria-Ungheria”? Al di là delle Alpi e dell’Adriatico esisteva, ed esiste, tutta una realtà che all’epoca, e anche oggi, rimaneva largamente sconosciuta. Tra la Germania e la Russia c’è tutta l’area che definiremo “Europa centrale”, che va dal Baltico all’Egeo ed è costituita dai cosiddetti “piccoli popoli”».

È proprio quest’area, dice Leoncini, che sarà oggetto dell’incontro, oltre che di come questi popoli «sono entrati in guerra e di come si sia evoluta la loro situazione nel corso del conflitto anche per l’azione dei fuoriusciti, degli émigrés, che costituirono all’estero tutta una serie di comitati per l’indipendenza dalla Monarchia». Leoncini, che accennerà anche alle figure di Tomáš Garrigue Masaryk ed Edvard Beneš, che con lo slovacco Milan Rastislav Štefánik riuscirono a porre le basi per la creazione della Cecoslovacchia sulle ceneri dell’Impero Asburgico, accenna anche che parlerà del principio/diritto dell’autodeterminazione, un tema oggi divenuto di bruciante attualità.

Lo storico Francesco Leoncini è stato docente all’Università Ca’ Foscari di Venezia dove ha insegnato, tra i pochi in Italia, storia dell’Europa Orientale, dei Paesi Slavi e dell’Europa Centrale divenendo uno dei nomi di riferimento in questo campo, ed è membro della Società Masaryk di Praga (Masarykova společnost). Su questa materia ha pubblicato diversi libri, come autore o curatore, l’ultimo dei quali tratta del Congresso di Roma del 1918, che fece virare il governo italiano verso il riconoscimento delle istanze delle nazionalità centroeuropee e balcaniche e fu momento decisivo della storia dei cechi e degli slovacchi. Il prof. Leoncini ha collaborato in passato con diversi contributi d’autore al nostro giornale Buongiorno Slovacchia.


Giovedì 14 dicembre, ore 17:00
Fondazione Benetton Studi e Ricerche, Via Cornarotta 7, Treviso
Info QUI

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.