Le tradizioni natalizie più strane e bizzarre al mondo

Tante sono le tradizioni natalizie nel mondo. Momondo ci mostra quelle più bizzarre e più divertenti.

Il Festival delle Lanterne Giganti nelle Filippine
Secondo quanto riportato da Momondo, questo importante festival filippino è una delle tradizioni natalizie più bizzarre al mondo. Si tiene ogni anno il sabato prima della vigilia di Natale. San Fernando, la “Capitale del Natale nelle Filippine”, è da sempre la sede prescelta per questo importante evento. In totale sono undici i villaggi (chiamati baranggay) che partecipano e tentano di costruire la lanterna più elaborata.

Il Gävle Goat in Sweden
La tradizione del Gävle Goat è iniziata nel 1966, quando per la prima volta è stata costruita una Capra Yule alta 13 metri nel centro della Piazza del Castello di Gävle per l’Avvento. Col passare degli anni, a questa tradizione natalizia svedese se n’è aggiunta un’altra. Gli spettatori, nel momento in cui viene innalzata la Capra, devono provare a bruciarla. Fino ad oggi sono riusciti a bruciarla solo 29 volte.

La tradizione del Krampus in Austria
Considerata la tradizione natalizia più terrificante d’Europa, durante il Krampus i bambini non dormiranno certo notti tranquille. Una creatura orribile vaga per le vie della città spaventando, appunto, i bambini e punendo quelli più “cattivi”. Secondo la tradizione austriaca, il malvagio di San Nicola è Krampus. Se da una parte San Nicola premia i bambini buoni, Krampus ha il compito di catturare quelli che durante l’anno hanno fatto i monelli e li spaventa con campane e catene cigolanti.

Cena di Natale da KFC, in Giappone
Nella tradizione italiana ci si prepara ad una colossale abbuffata di scacciate e vari dolci locali. In Giappone, invece, ci si abbuffa con un secchiello di pollo da KFC. Dopo tutto il Natale non è mai stata una festa molto sentita in Giappone: è ancora considerata una novità nel loro Paese.

In Islanda si festeggia con i Jólasveinar
I “ragazzi di Natale”, chiamati Jólasveinar, sono dei giovani bizzarri islandesi che nelle 13 notti che precedono Natale offrono delle ricompense ai bambini davanti alle loro case. Ogni sera i più piccoli lasciano le loro scarpe più belle davanti alla loro finestra e, ogni notte, un diverso Jólasveinar, lascia dei doni ai bambini buoni e delle patate marce a quelli monelli.

La tradizione del Giorno di San Nicola in Germania
Da non confondere con il classico Babbo Natale, Nikolaus (il San Nicola tedesco) in compagnia di un asino, lascia dei piccoli doni (monete, cioccolato) la notte del 6 dicembre. In cambio di dolci e regali, i bambini devono recitare una poesia, cantare una canzone o fare un disegno. Spesso Nikolaus è accompagnato da Knecht Ruprecht (Ruprecht il Servo). Quest’ultimo ha il compito di punire i bambini che si comportano male.

Rubare scope in Norvegia
Nel giorno di Natale non si deve mai lasciare una scopa incustodita in Norvegia, perché qualcuno potrebbe rubarla. Ogni anno, infatti, i credenti norvegesi nascondono le proprie scope migliori. La tradizione di rubare e nascondere le scope è nata qualche secolo fa, quando si credeva che le streghe e gli spiriti maligni uscissero allo scoperto la vigilia di Natale per ricercare nuove scope da cavalcare.

Accensione della National Hanukkah Menorah in Washington
Il Chanukkah si festeggia in ogni parte degli Stati Uniti, ma a Washington D.C viene eretta una gigantesca Menorah alta 9 metri davanti alla Casa Bianca per gli otto giorni e le otto notti della festa ebraica. L’accensione della prima candela della Menorah avviene alle 4 del pomeriggio, mentre le candele successive vengono accese una ogni notte.

Pattinare sui roller-blade in Venezuela
In Venezuela il Natale si trascorre pattinando sui roller-blade. A Caracas, infatti, gli abitanti della città si recano in chiesa ad ascoltare la messa sui pattini a rotelle. Una tradizione che sta pian piano diventando tipica venezuelana, tanto che le strade della città vengono chiuse al traffico per consentire alle persone di pattinare in sicurezza fino alle chiese.

Il Giorno delle Candeline in Colombia
Questo importante giorno segna in Colombia l’inizio delle festività natalizie. In onore della Vergine Maria e dell’Immacolata Concezione, i colombiani accendono candele e lanterne di carta e li mettono sulle finestre, sui balconi e nei cortili. Il Giorno delle Candeline (Día de las Velitas) è così sentito in Colombia che i quartieri competono tra di loro per cercare di creare l’illuminazione più bella.

Cavalcade of Lights a Toronto
Ogni anno il cielo di Toronto si accende con la Cavalcade of Lights, l’evento che dà inizia alla festa di Natale. La piazza e l’albero di Natale sono illuminati da più di 300.000 LED. Inoltre, potrete assistere a fuochi d’artificio spettacolari e cimentarvi nel pattinaggio sul ghiaccio all’aperto.

(Vocidicitta.it, cc by)


Foto jill111 CC0, Johan Hansson cc by
flickr cc by, Ted Eytan cc by sa
Mark Stillwell cc by nc sa
bayernwelle cc by

lugar a dudas cc by nc sa

 

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.