Nuovi investimenti nel settore dell’auto che riceveranno aiuti di Stato

Il Ministro dell’Economia ha stilato una proposta nella quale raccomanda al consiglio dei ministri di approvare una serie di incentivi per quattro società del settore automobilistico che intendono investire in Slovacchia e creare nuovi posti di lavoro. Si tratta di circa nove milioni di euro, tutti erogati tramite detrazioni fiscali, al contrario del passato quando si garantivano anche contributi in denaro.

Alla società tedesca ZF Slovakia, che intende investire 17 milioni di euro per ampliare il proprio impianto di produzione di sospensioni per auto nel parco industriale di Levice-Géna, dovrebbero andare 4 milioni 250 mila euro. L’investimento creerà, secondo l’azienda, 750 nuovi posti di lavoro in cinque anni e la produzione sarà quasi interamente destinata all’esportazione. ZF, leader mondiale nelle tecnologie di trasmissione e telai e nelle tecnologie di sicurezza attiva e passiva, ha oltre 200 filiali con 137.000 dipendenti in 40 paesi. La società opera in Slovacchia dal 1993 e attualmente impiega circa 2.500 persone.

Per la società Dongil Rubber Belt, appartenente alla holding sudcoreana DRB, che prevede di espandere i propri impianti per la produzione di cinghie di gomma a Považská Bystrica, il ministero intende concedere 2 milioni di euro. L’investimento di 19,2 milioni di euro creerà 150 posti di lavoro. La società, che ha già ricevuto incentivi governativi, fornisce componenti allo stabilimento automobilistico Kia Motors di Žilina. La nuova produzione sarà destinata al mercato russo.

A Pankl Automotive, azienda che prevede di investire 12 milioni di euro nell’ampliamento dello stabilimento di Topoľčany, si dovrebbero garantire 1,6 milioni di euro. L’azienda, che produce maniche per trasmissioni e motori, creerà 120 posti di lavoro.

Alla società tedesca Röchling Automotive, che vuole investire 16,8 milioni di euro vicino a Nové Mesto nad Váhom, sarebbe concesso un milione di euro. Il nuovo impianto, destinato alla produzione di componenti in plastica per auto, consentirà la creazione di 77 nuovi posti di lavoro.


La Slovacchia rimane un centro nevralgico del settore automobilistico, in particolare le aziende nelle città di Bratislava, Žilina, Trnava e Martin, che ne fanno un paese leader mondiale in termini di produzione di auto pro capite. Le imprese del settore hanno un peso di grande portata nell’economia nazionale, dal momento che il 12% del prodotto interno lordo (PIL) proviene dal settore automobilistico, che ha 200.000 lavoratori e continua a generare nuovi posti di lavoro. Il 40% dei fornitori dei grandi produttori è composto da aziende locali, che hanno processi di produzione altamente specializzati e sono considerati fornitori di prima categoria.

Il Gruppo Volkswagen è stato il primo produttore a stabilirsi in Slovacchia nel 1990 e continua a investire pesantemente a Bratislava, dove vengono fabbricati i modelli Audi Q7, Volkswagen Touareg, Up e e-Up, Porsche Cayenne, Seat Mii, Skoda Citigo e parti della Bentley Bentayga. Il gruppo PSA (Peugeot, Citroën, DS, Opel e Vauxhall Motors) ha un impianto a Trnava dal 2003 dove produce attualmente la Peugeot 208 e la Citroen C3. Kia Motors, la cui sede unica europea è stata fondata a Žilina nel 2004, produce diversi modelli di Cee’d, lo Sportage e la piccola Venga.

I veicoli fabbricati in Slovacchia sono esportati in gran parte in Germania, Regno Unito, Cina, Francia e Italia. Nel paese ci sono ormai più di 300 impianti di produzione di automobili e di fornitori di componenti, e si stima che ci sia spazio per altre 100 fabbriche.

Nel 2018 verrà avviata la produzione anche nel nuovo impianto che Jaguar Land Rover sta costruendo a Nitra con una capacità produttiva iniziale di 150.000 veicoli all’anno, dove si dovrebbe cominciare con il modello Land Rover Discovery.

Alla fine dell’anno, a Bratislava si inizierà a produrre la terza generazione della Porsche Cayenne, che sarà così totalmente “Made in Slovakia”. L’investimento totale in nuovi reparti di produzione e moderne tecnologie ammonta a oltre 800 milioni di euro.

Una divisione del colosso asiatico di componenti Magna prevede anche di creare una nuova sede a Nové Mesto nad Váhom, per servire le case automobilistiche locali ed esportare in altri paesi europei e in Cina. L’espansione dell’azienda, che sta investendo 30 milioni di euro, creerà circa 150 nuovi posti di lavoro nel 2019.

(Fonte buenosdiaseslovaquia.sk)

 


Foto B.Slovacchia
Foto kia.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google