Ministri slovacchi in Vietnam per promuovere relazioni d’affari e cooperazione

Una delegazione slovacca di ministri e imprenditori hanno fatto lunedì tappa ad Hanoi, capitale del Vietnam, per incontri e promozione dei rapporti bilaterali. Il gruppo, guidato dal vice primo ministro per investimenti e Informatizzazione Peter Pellegrini, comprendeva anche il ministro delle Finanze Peter Kazimir e quello dell’Economia Peter Ziga, tutti membri del partito Smer-SD leader del governo. Gli slovacchi sono stati ricevuti dal presidente vietnamita Tran Dai Quang che ha osservato ed espresso apprezzamento per il fatto che alcuni degli alti rappresentanti del paese abbiano studiato in Slovacchia, mentre sempre più imprenditori slovacchi mostrano interesse per investimenti in Vietnam, e lui ha espresso il desiderio di aiutarli a creare le condizioni perché ciò avvenga. Pellegrini ha fatto i suoi ringraziamenti e ammesso che non sono molti i paesi del mondo «in cui uno slovacco può parlare in slovacco con i massimi rappresentanti del paese», un fatto, ha detto, che pone eccellenti basi per una altrettanto eccellente cooperazione politica ed economica.

Pellegrini ha incontrato anche il vicepremier Vuong Dinh Hue e il ministro dell’Informazione e della comunicazione Truong Minh Tuan e ha aperto un forum commerciale slovacco-vientamese ad Hanoi. La delegazione ha poi fatto visita alla sede della FPT Corporation, azienda vietnamita che nella filiale di Kosice impiega 260 persone, il 96% delle quali ha un diploma universitario. L’azienda fattura globalmente 2 miliardi di dollari all’anno e occupa 30.000 persone.

Il ministro Ziga, che ha incontrato l’omologo Tran Tuan Anh, ha notato come grazie agli ottimi legami con il Vietnam la comunità vietnamita in Slovacchia è attiva e prospera, e molti ex studenti delle scuole slovacche ora ricoprono incarichi importanti nel paese d’origine. La Slovacchia, spiega Ziga, è il secondo partner commerciale del Vietnam nell’Europa centro-orientale, e può ambire a diventare porta di ingresso verso l’Unione europea per le imprese vietnamite.

Nei colloqui che il ministro delle Finanze Kazimir ha tenuto con la controparte Dinh Tien Dung si è discusso di cooperazione in materia di tasse e riforma delle finanze pubbliche. Il ministro vietnamita ha chiesto informazioni sullo stato della lotta all’evasione fiscale in Slovacchia, un tema sul quale Kazimir ha detto di essere pronto a collaborare.

Nel corso della visita, l’azienda slovacca Asseco Central Europe ha firmato un memorandum con la città di Hanoi per fornire un sistema di illuminazione pubblica intelligente realizzato in Slovacchia, che andrà a sostituire l’attuale tecnologia di illuminazione stradale della capitale con luci a Led a basso consumo. L’accordo, inclusa la manutenzione, ha un valore potenziale di 150 milioni di dollari nei prossimi 10 anni, il che ne fa uno dei maggiori contratti di illuminazione pubblica nel mondo. Inoltre, un investitore slovacco costruirà la “Torre dell’amicizia” nella città di Ho Chi Minh City.

(Red)

 


Foto vicepremier.gov.sk, Bill Rand cc-by

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google