La disoccupazione scende ancora in Slovacchia, in ottobre era al 6,14%

Il tasso di disoccupazione è sceso ancora anche in ottobre in Slovacchia, quando si è attestato al 6,14%, 0,28 punti percentuali in meno rispetto al mese precedente e in calo del 2,94% su base annua. I dati sono stati presentati oggi dal direttore generale del Centro nazionale per il lavoro (UPSVaR), Marian Valentovic, in una conferenza stampa insieme al primo ministro Robert Fico e al ministro del Lavoro Jan Richter (entrambi Smer-SD).

Il premier ha rivendicato la buona notizia che in Slovacchia «non ci sono più distretti dove il tasso di disoccupazione sia superiore al 20%», il che vuol dire che anche nella provincia di Rimavska Sobota, nella regione di Banska Bystrica, dove da sempre la disoccupazione è stata un tema cruciale, il tasso è sceso sotto questa soglia psicologica.

Il risultato migliore nel mese di ottobre lo ha segnato la regione di Kosice, dove il tasso di senza lavoro ha avuto un indebolimento dello 0,38% in confronto a settembre. Kosice è però anche la regione che ha registrato a ottobre il più alto tasso di disoccupazione nel paese: il 10,10%. Seguono la regione di Presov con il 9,96% e la regione di Banska Bystrica al 8,95%.

A livello distrettuale, la percentuale più elevata di disoccupazione rimane a Rimavska Sobota con il 19,83%, mentre Trnava è il distretto più virtuoso, con appena il 2,16% di senza lavoro.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.