Sondaggio: timori degli slovacchi per terrorismo, disuguaglianza sociale e qualità delle scuole

Gli slovacchi sono per lo più preoccupati per le minacce del terrorismo, l’approfondimento delle differenze sociali nella società e l’immobilità o peggio il declino nel settore dell’educazione. Secondo Rtvs, questi i risultati di un’indagine svolta a metà settembre dal think tank Istituto per gli Affari Pubblici (IVO) di Bratislava. Oltre alle “minacce domestiche”, gli slovacchi temono anche per i fatti che accadono oltre i confini, come il possibile indebolimento dell’Unione Europea (UE), per cui è preoccupato il 52% degli intervistati, o il rischio di un conflitto tra Russia e Ucraina, citato dal 47% dei partecipanti, e il 41% ha timori per le campagne di disinformazione della Russia contro l’Occidente.

Nelle risposte degli intervistati non si sono notate grandi differenze tra i cittadini in base a sesso, età o istruzione, ma tutti la pensano grosso modo nella stessa maniera. Le uniche differenze si notano guardando le simpatie politiche degli intervistati,soprattutto per le questioni relative all’UE. I sostenitori dei partiti di destra o conservatori Libertà e Solidarietà, OLaNO, Partito Nazionale Slovacco, Most-Hid e Sme Rodina ritengono in maggioranza l’indebolimento dell’UE una minaccia per la Slovacchia. Mentre la pensano così appena la metà degli elettori di Smer-SD e Democratici Cristiani (KDH). I simpatizzanti dell’estrema destra sono stati i meno interessati al tema, e del resto il partito LSNS è dichiaratamente antieuropeo.

(Red)


Foto pixabay/CC0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.