Continua l’interruzione dell’attività parlamentare

Sta assumendo sempre di più contorni che vanno oltre le diversità tra maggioranza ed opposizione, il braccio di ferro che vede le rappresentanze dello Smer-SD e dello LS-HZDS fuori dall’aula, impedire di fatto, per assenza del numero legale, il dibattito sulle procedure attuate dal Governo Slovacco in coerenza con le decisioni UE di aiutare la Grecia; decisioni considerate da molta opposizione lesive del ruolo e dei poteri  del Parlamento. L’ostruzionismo è iniziato ieri, impedendo per due volte l’inizio della discussione, ed è continuato anche oggi, nella sessione antimeridiana. Anche lo SMK si è unito all’astensione, portando i presenti a 62, al di sotto del numero legale fissato in 76 (la metà dei parlamentari più uno). Paska  (Il Presidente del Parlamento di nomina Smer-SD-) si è unito al Premier Fico definendo la richiesta di discussione –presentata dallo SDKU- come „non costruttiva“. Più aspro il commento di Fico, che dopo avere detto che: „Lo Smer-SD non parteciperà a questa farsa clownesca organizzata dallo SDKU, che non ha alcun significato“, ha chiesto ai giornalisti parlamentari presenti di spiegargli il motivo della richiesta, tenuto conto che il Governo non aveva compiuto alcun passo, nè presa alcuna decisione lesiva dei poteri del Parlamento.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.