Richter: UE, compromesso accettabile e trasporti esclusi per la direttiva sui lavoratori distaccati

I ministri del lavoro dell’UE hanno raggiunto un compromesso in merito alla direttiva sui lavoratori distaccati, che modifica la durata del periodo di inserimento a 18 mesi (invece degli originari 12) e dell’introduzione di un periodo transitorio di quattro anni. Nel darne l’annuncio con un comunicato stampa, il ministro del Lavoro slovacco Jan Richter (Smer-SD) ha mostrato tutta la sua soddisfazione per il fatto che dal provvedimento sia stato esentato il settore dei trasporti, che tocca la Slovacchia in modo particolare.

La direttiva deriva dall’accordo del 1996 sull’impiego di persone inviate dalle loro imprese a lavorare temporaneamente in un altro paese membro dell’UE. Le modifiche attuali dovrebbero assicurare che i dipendenti ricevano lo stesso stipendio dei lavoratori locali che fanno lo stesso lavoro. Il ministro ha affermato che si tratta di una soluzione di compromesso accettabile per la Slovacchia e che potrà essere applicata nei singoli paesi dell’UE.

(Red)


Foto FB/mpsvrsr

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.