Tredici arresti convalidati nell’ambito di una vasta operazione contro evasione e riciclaggio

Tredici persone sono state arrestate in tre regioni slovacche nel corso di una vasta operazione portata a compimento il 13 ottobre da diverse forze di polizia. Sul campo sono intervenuti centinaia di agenti di diverse unità di polizia, tra le quali l’Agenzia nazionale anticrimine (Naka) e la polizia finanziaria. Gli arrestati sono accusati di appartenenza a gruppo criminale, evasione fiscale e di contributi assicurativi, e riciclaggio di denaro. Un giudice della Corte penale specializzata di Banska Bystrica ha convalidato il fermo il 15 ottobre, decidendo di mandare in carcere in stato di custodia cautelare le tredici persone fermate, esistendo ragionevoli motivi per sospettare che esse possano continuare le loro attività criminali. Nel frattempo gli avvocati degli arrestati hanno presentato ricorso contro il giudizio e ora il caso passerà alla Corte Suprema.

L’operazione, dal nome in codice Shark, si è svolta i diverse località nelle regioni di Kosice, Presov, Banska Bystrica e Bratislava, con la perquisizione di oltre 40 edifici aziendali e altri locali alla ricerca di documentazione per i crimini indicati. Si tratterebbe di una delle maggiori operazioni di polizia degli ultimi anni con un totale di 60 persone fermate. Il raid ha riguardato in particolare aziende attive nei settori pubblicità, marketing e organizzazione di eventi culturali e sociali.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.