Bruno Mrak dona all’ambasciatore Meucci il Vino della Pace

In un incontro di grande cordialità presso l’Ambasciata d’Italia l’imprenditore friulano Bruno Mrak ha donato mercoledì 11 ottobre all’ambasciatore Gabriele Meucci un cofanetto di bottiglie del Vino della Pace, simbolicamente prodotto nella Vigna del Mondo di Cormòns, un progetto di fratellanza tra i popoli avviato nel 1983, in piena guerra fredda. Mrak, di recente insignito del titolo di cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia per il suo impegno di lungo corso nello sviluppare l’amicizia tra Italia e Slovacchia, ha illustrato all’ambasciatore le motivazioni e la storia del Vino della Pace e di come sia diventato in questi anni un simbolo e ragione di orgoglio dell’essere friulani. Presenti all’incontro anche la moglie Zita Mrak e il primo segretario Raffaele Calluso.

Nell’accogliere il dono, l’ambasciatore ha mostrato molta curiosità per l’iniziativa friulana, e ha fatto diverse domande a Mrak sulla sua genesi e sviluppo. Tutti gli ambasciatori italiani in Slovacchia hanno ricevuto in passato il Vino della Pace, ultimo Roberto Martini nel 2012 pochi mesi dopo il suo insediamento. Lo stesso è stato fatto con i presidenti della Repubblica Slovacca. Dopo Schuster, che è stato accolto a Cormòns a piantare un vitigno slovacco nel 2001, di cui in seguito ha potuto sorseggiare il vino, anche Ivan Gasparovic ha ricevuto la cassetta nel 2010. Un’abitudine, quella di donare questo prodotto unico, che Mrak persegue da tempo, in passato quale vice presidente in Slovacchia del Fogolar Furlan, la rete di associazioni friulane all’estero, e che oggi prosegue come iniziativa personale.

Prodotto dal 1985 dalla Cantina produttori Cormòns, nella zona vinicola del Collio da uve bianche e rosse, il Vino della Pace viene confezionato in una cassetta di tre bottiglie con tre diverse etichette originali disegnate da artisti di primo piano a livello internazionale (Baj, Music, Pomodoro, Vedova, Rauschenberg, Tadini, Yoko Ono tra gli altri), scelti appositamente di volta in volta. La produzione fu interrotta dopo il 2012 (che rimane pertanto l’ultima edizione), ma questo settembre una nuova vendemmia riproporrà questo prodotto unico per il prossimo anno.

La Vigna del Mondo, che si estende per due ettari sui dolci rilievi intorno alla cittadina di Cormòns con le centinaia di viti provenienti da tutti i continenti, è una collezione pressoché unica nel mondo di varietà viticole, che dal 2001 può vantare anche il vitigno slovacco Devin, qui messo a dimora dall’ex presidente della Repubblica Slovacca Rudolf Schuster. Il Devin (Děvín) è una varietà di uva da vino destinata alla produzione di vini bianchi, incrocio di Tramín červený e Veltlínské červenobílé. In quell’occasione il presidente slovacco fu accolto da una grande folla e strade imbandierate, e ricevuto alla Cantina produttori Cormòns dai 300 soci in gran parata.

Il Vino della Pace, consegnato in oltre trent’anni di storia ai potenti della Terra in segno di fratellanza e pacificazione, è frutto dell’inventiva della gente di Cormòns, popolo di frontiera da sempre abituato a rapportarsi con l’altro, il forestiero e aperto al dialogo e allo scambio. Ma non è sempre stato così, e Mrak stesso è uomo di confine che ha vissuto sulla pelle sua e della sua famiglia lo strappo della guerra e della divisione quando Gorizia, nel Novecento, fu contesa tra Italia, Austria e Jugoslavia, e poi nel dopoguerra tagliata in due da muri e filo spinato. Una parte della sua famiglia rimase così imprigionata oltrecortina per quasi mezzo secolo, lasciando ferite profonde nella sua storia personale e in quella di un popolo intero.


Vigneti del Collio – Luca Cadez cc-by-nc-nd

(P.S.)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google