La coalizione di governo presenta il nuovo pacchetto sociale

I partner della coalizione di maggioranza hanno concordato in un incontro la scorsa settimana le misure da adottare nell’ambito del nuovo pacchetto sociale che l’esecutivo intenderebbe lanciare durante l’autunno. Tra le misure proposte vi sono un aumento del salario minimo, l’introduzione della 13esima e 14esima mensilità esente da imposte, un aumento dell’assegno di assistenza, maggiori bonus per i turni di notte e del fine settimana e premi per chi si trasferisce in un’altra regione allo scopo di trovare lavoro.

Di questo pacchetto sociale si parla almeno da maggio, ma è stato necessario aspettare fino ad ora per trovare le risorse necessarie insieme al ministro delle Finanze, ha detto l’altro giorno il capo di Most-Hid, Bela Bugar, ricordando che ognuno dei tre partiti ha messo alcune delle sue priorità nella preparazione del documento. Il partito Most-Hid, ha detto, aveva proposto l’aumento della base non imponibile dagli attuali 3.803 a 4.650 euro all’anno, ma il piano non è andato a buon fine per la contrarietà delle regioni e dell’Associazione dei comuni (ZMOS). Invece, è passata l’esenzione fiscale delle pensioni fino a 200 euro al mese, una misura che è attualmente in vigore anche per gli studenti.

Presentando il pacchetto alla stampa il premier Fico ha rimarcato la volontà del governo di aumentare il salario minimo di legge a un livello superiore ai 500 euro entro il 2020. E ha rivendicato un sostegno significativo per chi fa il pendolare o emigra in un’altra regione per lavorare, una misura che vedrà la definizione per legge della distanza minima da casa per ottenere un contributo.

La 13esima e 14esima mensilità volute dal Partito Nazionale Slovacco (SNS) vengono introdotte come uno strumento volontario. Il leader di SNS Andrej Danko, che ha elogiato gli altri partiti della coalizione per aver agito con un atteggiamento equilibrato nelle discussioni sulla questione, ha detto che si dovrebbe arrivare in modo graduale alla possibilità di concedere l’esenzione fiscale su tali mensilità straordinarie, probabilmente dalla fine del 2019.

Dopo aver parlato delle misure sociali, nella stessa riunione i tre partiti Smer-SD, SNS e Most-Hid hanno anche concordato sulla definizione del prossimo bilancio statale per il 2018, che prevede così un disavanzo dello 0,83% del PIL. Il primo ministro Robert Fico ha detto che è stato raggiunto un accordo «per soddisfare tutti gli impegni assunti nel programma del governo». Il debito dello Stato dovrebbe raggiungere il 49,7% del PIL nel 2018, il livello più basso dal 2012, ha detto Fico.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google