Mihal: il preavviso per i licenziamenti va ridotto

Tira una brutta aria per i dipendenti. Il Ministro del Lavoro, Affari Sociali e Famiglia Jozef Mihal starebbe inserendo, nel suo emendamento al codice del lavoro, una riduzione del periodo di preavviso obbligatorio per i dipendenti che vengono licenziati senza giusta causa, scrive il quotidiano Pravda di oggi con richiamo in prima pagina.

Il periodo di preavviso è attualmente fissato a due o tre mesi, a seconda di quanto a lungo la persona in questione ha lavorato in azienda.

L’emendamento sarà presentato alle parti sociali (Governo, datori di lavoro e sindacati) oggi e sarà discusso in una riunione del Tripartito Lunedi. Il Ministro del Lavoro Jozef Mihal ha però già fatto sapere che in caso non si raggiungerà un accordo lui avrà l’ultima parola.

Il capo negoziatore per l’Associazione dei datori di lavoro dell’industria ingegneristica Juraj Borgula ha lasciato intendere che il periodo di preavviso obbligatorio potrebbe essere ridotto a non più di un mese, o addirittura anche due settimane.

(Fonte Pravda)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.