Domani a Bratislava la beatificazione di don Titus Zeman

Comincia oggi presso il Duomo di San Martino di Bratislava il percorso spirituale che porterà a proclamare domani, sabato 30 settembre, un nuovo beato slovacco. Il Venerabile Servo di Dio Titus Zeman sarà ‘promosso’ domani in una celebrazione eucaristica solenne tenuta dal cardinale Angelo Amato, salesiano ancg’egli e prefetto della Congregazione per le cause dei santi, delegato a questo incarico direttamente da Papa Francesco. Nell’area della Chiesa della Sacra Famiglia nel quartiere Petrzalka si svolgerà domani a partire dalle 9:30 un programma che con la messa pontificale delle 10:30 renderà beato il sacerdote vittima dei soprusi del regime comunista. Una celebrazione “laica” si terrà poi nel pomeriggio presso la Hant Arena, mentre domenica 1° ottobre sarà celebrata alle 10:30 una messa di ringraziamento nella piazza a lui dedicata a Vainory, località alle porte della capitale dove il beato nacque il 4 gennaio del 1915 e dove celebrò la sua prima messa all’età di 25 anni. Il programma delle celebrazioni, e numerose altre notizie e informazioni su Titus Zeman sono presenti sul sito tituszeman.sk.

Don Zeman fu imprigionato dalle autorità cecoslovacche nel 1951 dopo la cattura avvenuta mentre accompagnava un gruppo di seminaristi nell’attraversamento illegale del confine con l’Austria, con la traversata del fiume Morava nei pressi di Devin, vicino a Bratislava. Condannato ai lavori forzati, ne uscì nel 1964, ormai irriconoscibile per le torture e le sofferenze patite, tra le quali centinaia di giornate di isolamento ed esperimenti fatti sulla sua pelle con l’uranio radioattivo. Morì l’8 gennaio 1969, già circondato da un’aura di santità. Buongiorno Slovacchia ne ha parlato recentemente qui e qui.

(La Redazione)


Foto tituszeman.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*