Le lingue straniere nelle scuole d’Europa

BRUXELLES\ aise\ – Nel 2015 quasi 19 milioni di alunni della scuola primaria dell’Unione europea (ovvero l’84%) hanno studiato almeno una lingua straniera; di questi, 1 milione (il 5% circa) ha studiato due o più lingue straniere.

L’inglese è di gran lunga la lingua più diffusa, studiata da 17,5 milioni di alunni (l’83,5% degli alunni della scuola primaria). Il francese (0,8 milioni – 4,8%) si classifica al secondo posto, seguito da tedesco (quasi 0,7 milioni – 3,9%), spagnolo (0,1 milioni – 0,6%), russo (54 mila – 0,3%) e italiano (33 mila – 0,2%).

A divulgare questi dati è oggi la Commissione Europea alla vigilia della Giornata europea delle lingue, che si celebra ogni anno il 26 settembre. La Giornata europea delle lingue è stata istituita nel 2001 dal Consiglio d’Europa nel quadro dell’Anno europeo delle lingue. Da allora si celebra ogni anno con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sulla diversità culturale e linguistica dell’Europa e di incoraggiare l’apprendimento delle lingue lungo tutto l’arco della vita.

Nel 2015, quasi tutti gli alunni della scuola primaria hanno frequentato lezioni di lingua straniera a Cipro, in Lussemburgo, a Malta e in Austria (100%), in Croazia (99,9%), Spagna (99,4%) e Francia (99,2%), così come in Italia (98,6%), Romania (98,3%) e Polonia (97,6%).

A livello di Unione Europea, la percentuale è stata dell’84,3%. In alcuni Stati membri, gli alunni hanno studiato due o più lingue straniere, in particolare in Lussemburgo (83,7%), seguito a distanza da Estonia (30,7%) e Grecia (28,9%). Per contro, meno della metà degli alunni della scuola primaria ha studiato una lingua straniera in Portogallo (35,4%), Belgio (36,7%), Slovenia (49,8%) e nei Paesi Bassi (42,9%).

L’inglese saldamente in testa

L’inglese è la lingua straniera generalmente studiata nella scuola primaria in tutti gli Stati membri dell’UE, ad eccezione del Belgio e del Lussemburgo, due paesi multilingui.

La seconda lingua straniera più diffusa presenta un quadro più variegato. Nel 2015 il tedesco, la lingua straniera più studiata in Lussemburgo, è stata la seconda lingua straniera più studiata dagli alunni delle scuole primarie di altri otto Stati membri, con le percentuali più elevate in Croazia (20,9%) e Ungheria (20,2%).

Il francese però è stata la seconda lingua più studiata a livello di UE e in sette Stati membri, con le percentuali di gran lunga maggiori in Lussemburgo (83,5%), Grecia (15,8%) e Romania (15,2%).

Nell’Unione europea, alle 24 lingue ufficiali si aggiungono circa 60 lingue regionali e minoritarie e oltre 175 lingue parlate dai migranti. Nel mondo si contano tra le 6 000 e le 7 000 lingue, parlate soprattutto in Asia e Africa, e almeno la metà della popolazione mondiale è bilingue o plurilingue.

(aise)


Illustr. BS/CC0
Foto Susana Fernandez cc-by-nd

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google