Spariscono le città in Slovacchia

La Slovacchia è tra i paesi dell’Unione europea con il minor numero di città, ovvero quei centri urbani che secondo l’UE e l’OCSE abbiano almeno 50.000 abitanti. Partendo da questa definizione, il paese ha appena dieci città, e il loro numero si riduce ancora, scriveva Sme in un articolo lunedì. Ad esempio, Prievidza, località nella regione di Trencin, secondo i dati dell’Ufficio di Statistica è stata derubricata recentemente dal raggruppamento delle città slovacche, essendo negli ultimi vent’anni la sua popolazione calata al di sotto del livello che si diceva, da 57.000 nel 1996 a poco più di 46.000, un crollo di quasi il 20%. Ma ci sono altre città nel sud della Slovacchia centrale e nel nord-est che si stanno riducendo, in termini di abitanti, con ritmi ancora più veloci.

Le città stanno spopolandosi, e anche invecchiando, a causa della loro struttura demografica e alla mancanza di lavoro, oltre che ai problemi di circolazione: lo dice anche lo studio governativo per lo sviluppo urbano della Slovacchia fino al 2030, che tuttavia non fornisce soluzioni al problema.

Anche se le città stanno perdendo la loro popolazione, non significa che cessano di esistere, afferma il demografo Branislav Bleha della Facoltà di Scienze Naturali dell’Università Comenius di Bratislava che dice sì, le città si stanno spopolando, ma non smettono di esistere, e i fattori principali del declino sono il calo della natalità, la fuga delle famiglie verso le aree suburbane e l’invecchiamento della popolazione cittadina.

(Red)


Foto Stefano Corso cc-by-nc-sa

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.