Ragazzo ucciso dalla caduta di un muro nella tempesta di giovedì sera

Un diciassettenne è rimasto ucciso dalla caduta di un muro nel villaggio di Hul (regione di Nitra) a causa dei forti venti che si sono abbattuti giovedì sera nella Slovacchia occidentale. L’incidente è accaduto nel cantiere per la costruzione di un’area per la raccolta dei rifiuti, dove il giovane si era rifugiato per ripararsi dalla bufera. Una parete di blocchi per tramezze in calcestruzzo aerato, di cinque metri per tre, ha iniziato a oscillare sotto le raffiche vento e gli è crollato addosso. Suoi amici che erano sul luogo hanno cercato di tirarlo fuori dai detriti e rianimarlo, chiamando il numero per le emergenze. Quando è arrivata l’ambulanza, tuttavia, il ragazzo era già morto.

La tempesta di giovedì ha provocato nella regione di Nitra 48 chiamate ai vigili del fuoco, intervenuti in gran parte per rimuovere alberi caduti dalle strade e dai veicoli schiacciati. Altre 34 chiamate sono arrivate ai pompieri nella regione di Bratislava, anche qui per rimuovere alberi e piloni elettrici caduti, ma anche per case scoperchiate dal vento, e 14 nella regione di Trencin.

(Red)


Foto Jeremiah cc-by

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*