Prezzi al consumo, +1,5% in agosto. Korsnak: colpa del burro

I prezzi al consumo in Slovacchia sono saliti dell’1,5% nel mese di agosto rispetto all’agosto 2016. Modifiche in questo senso si sono viste soprattutto nei settore degli alimenti e bevande analcoliche, con un +4,4%, nei trasporti, +3,5%, nelle spese per la salute, +2,7%, e nei beni e servizi vari, +2,6%, ma in generale tutti i settori hanno visto un incremento dei prezzi, tranne il calo dell’1,1% per alloggi, acqua, elettricità, gas e altri carburanti. Per i primi otto mesi dei 2017 lo sviluppo annuo vede i prezzi al consumo in aumento complessivamente dell’1,1%.

Nel confronto mensile i prezzi di agosto risultano invece invariati rispetto a luglio con aumenti dello 0,6% nei costi di trasporto, dello 0,3% per beni e servizi vari e dello 0,2% nel settore arredi, apparecchiature domestiche e manutenzione ordinaria. Diminuzioni si sono verificate, nei confronti di luglio, nei prezzi di abbigliamento e calzature (-0,7%) e alimenti e bevande analcoliche (-0,4%).

Nel frattempo, anche l’inflazione annua ha segnato a luglio un aumento del 1,5%, mentre il tasso di inflazione annuo misurato dall’indice armonizzato dei prezzi al consumo ha raggiunto in agosto 2017 il valore del 1,6%.

Secondo Lubomir Korsnak di UniCredit a spingere il livello annuo dell’inflazione sono stati soprattutto i prezzi dei prodotti alimentari, in particolare quelli del latte e del burro oltre all’aumento delle pressioni della domanda interna per un incremento del consumo dovuto alle migliorate condizioni dell’occupazione. Anche se su base annua gli alimentari segnano un regresso di 4 decimi percentuali, dovuti al normale sviluppo stagionale dei prezzi di frutta e verdura, tolti questi effetti i prezzi sono di fatto aumentati dello 0,6% rispetto a un anno fa, dice Korsnak.

Basta vedere, dice l’analista, il prezzo medio di una confezione di burro da 125 grammi, che è cresciuta dagli 85 centesimi nel luglio 2016 a 1,09 euro nel luglio 2017: un guizzo di ben il 29% e un contributo significativo all’inflazione globale. Il prezzo del burro comincia ad essere un problema non solo in Slovacchia, ma un po’ tutti i paesi dell’UE, dove l’aumento medio in luglio è stato pari a una media del 25,8% secondo i dati Eurostat, Addirittura, in Germania il burro costo il 64% in più su base annua.

(Red)


Foto ponce_photography/CC0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google