Microplastiche anche nell’acqua potabile slovacca

Anche in Slovacchia è stata trovata traccia di materie plastiche nell’acqua potabile, come dimostrato da una ricerca a livello mondiale di una ong internazionale, la Orb Media, che ha fatto analizzare 159 campioni di acqua che viene consumata dalle persone quotidianamente in paesi di tutti i continenti. Lo studio Invisibles. The plastic inside us dimostra che la plastica sta entrando nell’acqua che beviamo, e molto in anticipo rispetto a quanto gli scienziati originariamente pensavano. Ben l’83% dei campioni, ammonisce Orb, contenevano fibre microscopiche di plastica. Peggio va negli Usa, dove la contaminazione arriva al 94%, e un po’ meglio in Europa, “appena” il 72%.

Della cosa di è occupato la scorsa settimana il quotidiano Sme, che in un lungo report ha rilevato come microplatica è stata trovata in diverse località in Slovacchia: Brezova pod Bradlom (nella regione di Trencin), Ruzomberok (regione di Zilina), Poprad (regione di Presov) e Kocovce (regione Trecin).

Allo stato delle cose non ci sono informazioni sufficienti per dire se queste fibre siano o meno pericolose per la salute degli umani, secondo gli esperti dipenderebbe da dimensione e forma delle fibre e dalla loro composizione (plastica pura o con anche altre sostanze). Secondo Pavol Alexy, professore all’Università Tecnica Slovacca di Bratislava, le plastiche non dovrebbero essere dannose se pure.

(Red)

 


Foto katerha cc-by

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

ARCHIVIO

pubblicità google