Anche nel 2017 la Germania avrà il surplus più alto del mondo

Bruxelles – Come per l’anno scorso, anche nel 2017 la Germania sarà il paese con il più alto surplus di partite correnti del mondo, come calcolato dall’Istituto Ifo. La cifra tedesca di 285 miliardi di dollari (257 miliardi di euro) sarà superiore a quella della Cina, che quest’anno dovrebbe raggiungere un surplus di circa 190 miliardi di dollari. Il Giappone si colloca al terzo posto a circa 170 miliardi di dollari.

Il surplus di partite correnti tedesco è principalmente riconducibile al commercio di beni; solo nel primo semestre dell’anno è stato raggiunto un avanzo di 134 miliardi di euro. Il fattore principale è stato la domanda estera da parte degli altri paesi dell’area dell’euro, degli altri paesi dell’UE e degli Stati Uniti. A contribuire all’eccedenza anche i rendimenti investimenti al di fuori della Germania e i guadagni dei tedeschi all’estero per circa 20 miliardi di euro. I pagamenti all’estero, ad esempio alle organizzazioni internazionali, hanno ridotto l’avanzo di 27 miliardi di euro.

Nell’anno in corso, tuttavia, l’eccedenza della Germania scenderà al 7,9% della produzione economica annuale, dopo l’8,3% del 2016. Ciò è dovuto principalmente ai prezzi dell’energia. I costi dell’import di petrolio e gas naturale dovrebbero essere superiori rispetto all’anno precedente nonostante l’apprezzamento dell’euro, che aumenterà l’importazione nominale delle merci e ridurrà l’eccedenza. Dal 2013 al 2016, invece, è stato osservato l’effetto opposto: una forte riduzione dei prezzi del petrolio che hanno aumentato nel periodo il surplus di conto corrente di 1,4 punti percentuali. L’UE considera un massimo del 6% come sostenibile a lungo termine.

Anche il surplus di partite correnti della Cina è dovuto al commercio di merci. A giugno sono state esportate merci per 200 miliardi di euro netti. Ciò significa che l’avanzo delle merci cinesi è notevolmente superiore a quello della Germania. Tuttavia, nella prima metà del 2017, la Cina ha acquistato servizi dall’estero per un valore di 125 miliardi di euro.

Per definizione, le esportazioni di capitali rappresentano la parte dei risparmi di un paese che non è investito a livello nazionale. Le cifre elevate di esportazioni nette di capitali significano che la Germania sta aumentando ancora i crediti finanziari nei confronti dei paesi stranieri rispetto a quelli stranieri contro la Germania. Un surplus di partite correnti è sempre accompagnato da esportazioni nette di capitali, dal momento che la vendita di beni o servizi a paesi stranieri deve essere accompagnata da indennizzi finanziari più elevati nei confronti di paesi stranieri. Anche il reddito da attività estere aumenta l’eccedenza, in quanto aumenta le richieste di pagamento da parte di paesi stranieri.

(Fonte Eunews.it)


Foto cocoparisienne/CC0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google