Fine della crisi di governo, coalizione al lavoro dopo la firma del nuovo accordo

Una crisi di comunicazione, non di rapporti tra partiti o di metodo di governo, insomma una «questione di malintesi». Questa la definizione che ne ha dato il vice premier Peter Pellegrini (Smer-SD) parlando ieri in televisione sulla tv di Stato RTVS, annunciando che comunque lo stallo iniziato un mese fa sta per essere messo in archivio e la coalizione è pronta a funzionare come e meglio di prima. La ragione è la firma del nuovo accordo di coalizione, nella versione emendata dai negoziati che hanno occupato tre delegati, un rappresentante per ogni partito, per una decina di giorni.

Accordo che è stato siglato questa mattina dai leader Robert Fico (Smer-SD), Bela Bugar (Most-Hid) e Andrej Danko (Partito Nazionale Slovacco / SNS) e che prevede alcune novità, tra le quali una riunione settimanale dei partiti di coalizione, che si terrà il lunedì, per preparare le successive riunioni del consiglio dei ministri (il mercoledì) e le sessione parlamentari, e l’impegno a una più stretta cooperazione e comunicazione continua. Come ha detto Fico ai giornalisti, il regime di riunioni settimanali sarà esteso anche ai rappresentanti del tripartito di governo a livello regionale e distrettuale, con la scusa di prepararsi a dovere per la imminente sfida delle elezioni regionali, che si terranno in tutta la Slovacchia il 4 novembre e che, ammette il premier, «saranno un grande test» per la maggioranza. Secondo lui la coalizione esce ancora più forte dalla crisi di agosto, e in ogni caso non ci sono possibili alleanze alternative per il governo del Paese: l’opposizione infatti è “un’associazione di dilettanti che trascinano la Slovacchia nell’isolamento”, ha sbottato.

Il leader SNS Andrej Danko, che il 7 agosto scorso aveva annunciato il ritiro del suo partito dall’accordo di coalizione, si è detto soddisfatto della nuova intesa, che è certo sarà essenziale per evitare incomprensioni tra gli alleati. Lui ha detto che «i buoni accordi sono il fondamento di buone relazioni», una versione del classico italiano «patti chiari, amicizia lunga».

La nuova versione dell’accordo, di cui non sono noti al momento i dettagli, ha preso atto di richieste specifiche fatte dal Partito Nazionale Slovacco, come l’intensificare degli incontri tra i membri di coalizione, ma ha anche rivisto alcune delle priorità del governo, come la redazione di un pacchetto di legislazione sociale che oltre a nuovo livello di salario minimo e condizioni per il lavoro notturno e festivo includerebbe anche l’introduzione di una tredicesima mensilità per i lavoratori, come da qualche tempo chiesto da SNS, o un maggiore sostegno al turismo

(La Redazione)


Foto FB/SNS

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google