In Slovacchia il museo dei cellulari, 3500 pezzi dal 1983 ad oggi

Il 26enne Štefan Polgári, che nella vita è uno specialista di marketing e IT, ha una collezione di cellulari dagli albori ad oggi che potrebbe far impallidire le raccolte monotematiche di oggetti di molti grandi musei. L’ha scoperta anche Reuters, che ha scritto di lui e della sua (insana?) passione in un articolo del 7 settembre. A Dobšina, nella Slovacchia centrale, località conosciuta per la sua famosa grotta di ghiaccio, Polgári ha messo insieme in poco più di due anni 3.500 pezzi di 1.500 modelli di vecchi cellulari dell’era pre-smartphone, che ha deciso di esporre in due stanze della sua casa dando la possibilità a tutti di fare una visita, previo appuntamento.

Si tratta, ha detto l’uomo al giornale, di «capolavori di design e tecnologia senza tempo» di quasi trent’anni della storia recente, tutti rigorosamente vintage. Si va dai “mattoni” degli inizi, con il Motorola DynaTAC 8000X da 800 grammi che in Italia costava 6 milioni di lire, fino ai primissimi modelli touchscreen che non avevano ancora le caratteristiche degli attuali smartphone. Smartphones che, va detto, sono qui rigorosamente banditi. Tra i tanti amati modelli, il preferito del collezionista è il Nokia 350i Star Wars Edition, forse il pezzo più raro del museo.

Visualizzazione a 360°:

Per maggiori info e visite: Múzeum Mobilov Dobšiná, per appuntamenti tel. 0911 122199.

(Fonte Turismo Slovacchia)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*