Sempre meno cibi slovacchi sugli scaffali

I prodotti alimentari slovacchi stanno scomparendo dagli scaffali delle catene al dettaglio, diceva un articolo del quotidiano Sme di martedì. In media quest’anno solo il 37% degli spazi dedicati agli alimentari nelle catene distributive in Slovacchia offre articoli di produzione nazionale, mentre era il 50% nel 2011, secondo una recente indagine condotta dall’agenzia GfK per la catena di vendita Kaufland.

Lo studio ha coinvolto i negozi Kaufland e quelli di Tesco, Lidl, Coop Jednota, Metro, CBA e Billa. I prodotti sugli scaffali dei supermercati che più facilmente vengono dalla Slovacchia sono il latte, l’acqua minerale e gli alcolici. Il burro invece, in sei casi su dieci viene dall’estero. Il giornale cita il burro del03la marca slovacca Rajo, che si suppone sia slovacco, ma che anche se l’azienda ha uno stabilimento a Bratislava viene in realtà prodotto in Germania. Il burro slovacco sugli scaffali dei negozi, dice l’indagine, è oggi il 6% in meno rispetto ad alcuni anni fa.

Il ministero dell’Agricoltura ha scoperto che i dettaglianti gravano i prodotti alimentari slovacchi di margini più alti di quelli applicati ai prodotti stranieri, mettendoli così in uno stato di svantaggio commerciale.

(Red)


Foto a-barth cc-by

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google