Esodo estivo, i weekend da bollino rosso e nero in Italia

Programmata e ardentemente desiderata è scattata l’ora “x” delle vacanze per buon parte degli italiani. L’estate è entrata nel clou nell’ultimo weekend di luglio, con sabato 29 luglio che Autostrade per l’Italia aveva definito come prima giornata da “bollino rosso”. Code si sono registrate sulla A22 del Brennero, al Traforo del Monte Bianco e sulle principali arterie intorno alle aree metropolitane delle principali città. Attivato come di consueto in tutto il fine settimana il blocco dei mezzi pesanti (con una massa superiore alle 7,5 tonnellate).

Il temuto “bollino nero” – La giornata peggiore di tutta l’estate sarà sabato 5 agosto quando è previsto il temuto «bollino nero» che dovrebbe interessare sia la mattina sia il pomeriggio in entrambe le direzioni di marcia. L’ideale sarebbe mettersi in viaggio verso sera oppure domenica 6 agosto quando tornerà il bollino rosso.

Partenze e rientri – Partenze con “bollino rosso” sono previste anche per venerdì 11 agosto, nel pomeriggio e sabato 12, mattina e pomeriggio. Poi cominceranno i rientri con «bollino rosso» previsto negli ultimi due fine settimana d’agosto e nei primi due di settembre.

I tratti autostradali generalmente più trafficati – A dire dell’Anas le strade delle vacanze, quindi con i maggiori flussi di traffico, saranno la statale 36 “del lago di Como e dello Spluga” in Lombardia, la E45 verso Forlì-Cesena, la strada statale 309 `Romea´ in Veneto e Emilia Romagna, la statale 20 “Del Colle di Tenda”, la strada statale 51 “di Alemagna”, le intere dorsali “Adriatica”, “Jonica”, “Tirrena Inferiore” e “Tirrena Superiore”, l’Aurelia in Toscana e Lazio, l’Appia nel Lazio e in Campania, l’A2 “Autostrada del Mediterraneo”, la A19 “Palermo-Mazara del Vallo” e la Tangenziale di Catania. In Sardegna la statale 131 “Carlo Felice”, la statale 129 “Trasversale Sarda” e la statale 729 “Sassari Olbia”.

Piano dei servizi per l’esodo estivo – Per un esodo sicuro è scattato il «Piano dei servizi per l’esodo estivo» che prevede più pattuglie su strade e treni, squadre di addetti alla sorveglianza e al pronto intervento in caso di emergenza, informazioni aggiornate su traffico. Pronta al grande esodo anche l’Anas, che sopperirà alla sfida dell’esodo con 2.500 uomini, preposti alla sorveglianza, e 1.100 automezzi. Per ridurre i disagi ha anche deciso di diminuire del 30 per cento i cantieri inamovibili rispetto al 2016.

Treni e bus come alternativa all’auto – Lo scorso weekend circa 3,5 milioni di passeggeri hanno scelto di spostarsi con i treni o con i bus: 670mila (+3% rispetto allo scorso anno) con le Frecce e gli InterCity di Trenitalia, 2 milioni quelli sui treni regionali di Trenitalia, anche per raggiungere mete balneari e turistiche. A questi si aggiungono gli oltre 800mila clienti di Busitalia in ambito urbano, metropolitano e sulla lunga percorrenza. Secondo le proiezioni elaborate in base alle prenotazioni già ricevute, i viaggiatori che entro la fine dell’estate si sposteranno lungo la Penisola con i treni nazionali di Trenitalia saranno circa 26 milioni.

(lastampa.it, cc-by-nc-nd)


Foto Jason Thien cc-by

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google