La Slovacchia accetta sessanta nuovi rifugiati

Il governo della Slovacchia accoglierà una sessantina di nuovi rifugiati, secondo una informazione diffusa ieri da RTVS che citava la Commissione europea. Una mossa che il ministero degli Interni slovacchi ha detto ai media risalire a impegni del passato, e non a nuove decisioni. Nel 2015 il governo aveva promesso di fornire riparo a 60 rifugiati da trasferire dall’Italia e 40 in arrivo dalla Grecia. Di questi, 16 sono già arrivati in Slovacchia, cinque madri e 11 minori. Ora il ministero starebbe lavorando all’arrivo di altre 10 persone, tra madri e bambini, provenienti dall’Italia. Il ministero precisa che il paese continua ad insistere che i processi di trasferimento devono riguardare le persone più vulnerabili e minacciate, ma che devono comunque avere documenti validi.

Questo impegno minimo dell’esecutivo slovacco ha contribuito ad evitare che il Paese finisse nell’orbita delle sanzioni della Commissione UE, come invece è il caso per gli altri tre paesi del Gruppo Visegrad. La scorsa settimana il premier Robert Fico ha tuttavia ribadito a Bruxelles che la Slovacchia continua a respingere le quote, e insieme ai primi ministri dei paesi V4 ha inviato una lettera al governo italiano offrendo assistenza, sottolineando che i migranti vanno fermati in Africa.

Secondo Sme, il governo slovacco non prolungherà l’accordo con Vienna per il soggiorno di profughi siriani che hanno chiesto asilo in Austria. Nel 2015 la Slovacchia aveva aiutato l’Austria ospitando temporaneamente 1.228 persone in una struttura di Samorin, a est della capitale, per ovviare al tutto esaurito delle capacità austriache.

(Red)


Foto Fotomovimiento/
AntonioLitov, 
cc-by-nc-nd

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google