Fabbrica Volkswagen, nuove richieste salariali dai lavoratori delle società partner

Non è passato nemmeno un mese dallo sciopero dell’azienda più grande in Slovacchia – la Volkswagen di Bratislava – che la fabbrica vede già nuovi colloqui per aumenti salariali e migliori condizioni di lavoro per il personale di società appaltanti che è occupato all’interno dell’azienda. Come racconta il quotidiano Sme, lo sciopero di fine giugno riguardava i 13.000 lavoratori diretti di Volkswagen Slovakia, esclusi i dirigenti, mentre le discussioni attuali trattano degli stipendi dei 500 colletti bianchi di Autovision, società che fornisce supporto al gruppo Volkswagen nell’area amministrativa come nella supervisione della qualità, e dei 1.200 dipendenti di DHL dislocati presso lo stabilimento per gestire logistica e trasporti del maggiore esportatore della Slovacchia.

(Red)


Foto europa.eu

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.