Fondazione Migrantes: dai paesi del V4 un “messaggio di paura e di chiusura”

Il direttore della Fontazione Migrantes, don Giovanni De Robertis, ha commentato la lettera inviata dai paesi del Gruppo Visegrad (V4 – Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca) al capo del governo italiano Paolo Gentiloni per ribadire l’esigenza di proteggere le frontiere esterne dell’Ue come «Un messaggio di paura e di chiusura». Un rifiuto, ha affermato, «di guardare la realtà del mondo in cui noi viviamo, che è una realtà tragica, dove a tanti esseri umani è negata non dico una vita dignitosa, ma la stessa possibilità di vivere, a causa delle guerre che purtroppo sono in crescita», secondo quanto riporta Agensir.

Colpisce, spiega De Robertis, «l’incapacità dell’Europa di affrontare insieme questa fatica, questa sfida; ma accogliere un milione di profughi in un continente di 550 milioni di persone – il continente più ricco della terra – non sarebbe un’impresa impossibile se ci fosse una unità di intenti». «Bisogna guardare la realtà così com’è – conclude -, non chiudere gli occhi e cercare le soluzioni più adeguate e rispettose della dignità umana».

(Fonte Agensir)


Foto Bőr Benedek cc-by

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.