“Da oggi vivo in Slovacchia, il mio Paese non mi ha permesso di credere in un futuro sereno”

Undici anni fa me ne andai dall’Italia con una valigia in mano, da solo… ero un barman all’avventura.

Sono tornato 5 anni fa a vivere nel mio Paese per un progetto di vita, per un futuro “stabile”, per crescere le mie bimbe con la donna che amo. Da oggi vivo in Slovacchia. Il mio Paese non mi ha permesso di credere in un futuro sereno. Non mi ha permesso di sperare in qualcosa di bello. Io e la mia famiglia abbiamo preso questa decisione. Siamo viaggiatori, siamo zingari e proveremo ad essere felici ovunque andremo. Forse vivremo bene, forse vivremo male, ma vivremo meglio che possiamo.

Abbiamo il rammarico di aver lasciato il Paese più bello del mondo, la regione dove si vive meglio, la città dove crescere una famiglia sarebbe perfetto … abbiamo il rammarico di sapere che vivere in Toscana è da privilegiati, che mangiare un piatto di maccheroni al sugo fatti a mano dalla mamma per qualcuno è un sogno e che fare un giro in macchina nelle colline Toscane è come vivere in un film.

Ma da oggi siamo qua, sempre fortunati, con la consapevolezza che saper apprezzare quello che ci circonda vuol dire cercare la felicità! Noi la cercheremo, costi quel che costi. Qui abbiamo speranza per le nostre bimbe. C’è speranza per il futuro… non certezze, ma SPERANZA. La speranza di migliorare è la motivazione che ci ha portato qui. Nel nostro Paese non fa più strada quello bravo o quello che ha valori, va avanti chi è amico dell’amico. Io e mia moglie VOGLIAMO che le nostre bimbe siano brave ed abbiamo valori. Non vogliamo che conoscano gli amici degli amici.

Ho il cuore spezzato a scrivere queste cose, perché sto parlando della mia Italia. Noi volevamo viverci, e magari un giorno (speriamo) ci torneremo. Adesso però per noi era il momento di andare via, provare qualcosa di diverso. Sarà duro e stimolante. Se non cambi, la tua vita non cambierà. Sarà una nuova tappa verso Itaca, un nuovo capitolo del libro delle nostre vite. Sarà difficile, perché mi mancheranno i miei amici e la mia famiglia.

Mi mancherà la mia Italia.

Noi cercheremo la felicità, e forse , come mi ha detto una persona che mi ha aiutato a crescere: “la felicità, magari, è nella ricerca della felicità”. Ecco, noi stiamo cercando quella. Saluto tutti, tutti quelli che mi vogliono bene e quelli che non me ne vogliono. Lo sono sempre stato, anche vivendo ad Arezzo, ma da oggi mi sento un po’ di più un cittadino del mondo.

Caminante son tua huellas
el camino y nada más.
Caminante no hay camino,
se hace camino al andar.
Al andar se hace el camino,
y al volver la vista atrás
se ve la senda que nunca
se ha de volver a pisar.
Caminante no hay camino
sino estelas en la mar.

                     (A.Machado)

 

(Simone Gambini, dal suo profilo Facebook)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

ARCHIVIO

pubblicità google