Il 500° anniversario dell’altare gotico del Maestro Pavol di Levoca

L’altare gotico di “majster Pavol”, il maestro Pavol di Levoča, situato nella Basilica di San Giacomo della medesima città, nella regione storica di Spiš, celebra quest’anno il suo 500° anniversario. Le celebrazioni per l’anniversario culmineranno con un evento chiamato ‘Serata con il Maestro’ che si terrà nella basilica sabato 22 luglio e renderà omaggio all’opera del famoso scultore e intagliatore del Cinquecento che creò l’altare e decine di altre opere di altissima qualità sparse in tutta la regione. L’evento avverrà al culmine di due giorni di spettacoli, conversazioni, concerti, teatro, un simposio di scultura all’aria aperta e proiezioni sul campanile dello storico municipio rinascimentale della città, una rassegna che prende il titolo di ‘Tajomná Levoča‘, Levoča misteriosa.

Sono diversi gli altari nella Basilica di San Giacomo, ma l’altare maggiore progettato dal maestro è il più importante. Con un’altezza di ben 18,62 metri, per una larghezza di 6,72 (corrispondenti rispettivamente a 60 e 20 piedi di Levoča, secondo le misure del tempo), questo è il più alto altare gotico del mondo: fu realizzato tra il 1507 e il 1517 in legno di tiglio dorato nella bottega del maestro Pavol, considerato il più grande artista medioevale della Slovacchia.

Al centro dell’altare sono tre sculture monumentali (alte quasi 2 metri e mezzo) della Madonna con bambino e di San Giacomo e San Giovanni Apostolo. La parte inferiore raffigura l’Ultima Cena. Benché sia consacrato a San Giacomo, patrono della città e della chiesa, è agli apostoli che in realtà è dedicato l’altare, ed è a loro che Pavol ha dedicato molto del suo lavoro.

Oltre a Pavol hanno lavorato sull’altare altri artisti dell’elite contemporanea, dagli intagliatori delle ricche decorazioni lignee ai doratori, fino ai pittori delle tavole che corredano l’opera e che sono visibili con le ante dell’altare chiuse. La Madonna di quest’altare era raffigurata sulle banconote da 100 corone slovacche in uso prima dell’introduzione dell’euro in Slovacchia (nel gennaio 2009).

L’altare è stato più volte restaurato, l’ultima volta tra il 2012 e il 2015 per riportare il monumento al suo aspetto originario. Questo restauro costò circa 300.000 euro, 220.000 dei quali forniti dalla fondazione tedesca Messerschmitt Stiftung. Il resto è stato pagato dall’Ufficio Parrocchiale Cattolico Romano a Levoča. Dal 2009 il centro storico di Levoča, insieme all’altare, è stato inserito nell’elenco del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Del Maestro Paolo non si sa tantissimo a causa dell’incendio che nel 1550 distrusse la maggior parte dei documenti che lo riguardavano. Non si conosce il suo cognome, né le date di nascita e di morte. Secondo gli studiosi, si crede che sia nato fra il 1470 e il 1480, e morto fra il 1537 (anno cui risale l’ultima attestazione nota) e il 1542 (quando in un documento si menziona la moglie come vedova). È probabile che incominciò a lavorare a Cracovia (per via delle intense relazioni commerciali fra Levoča e Cracovia e per la somiglianza del suo stile a quello di Veit Stoss, di cui potrebbe essere stato allievo), Sabinov e Banská Bystrica fino a quando si stabilì a Levoča verso il 1500 e sposò la figlia di un importante cittadino. Nel 1506 aprì una bottega di scultore. Un elenco delle sue opere principali annovera l’altare della chiesa di Santa Barbara a Banská Bystrica nel 1509, l’altare della chiesa di San Giorgio a Spišská Sobota (borgo oggi unito a Poprad) nel 1516 e la sua opera più famosa, completata nel 1517, l’altare maggiore della chiesa di San Giacomo a Levoča. Nel 1527 Pavol divenne membro del consiglio municipale di Levoča, ma divenne famoso solo dopo la morte. Gli storici dell’arte iniziarono menzionarlo solo verso il 1870 nelle discussioni sull’autore dell’altare di Levoča (fonte Wikipedia).

(La Redazione)


Foto in alto jidash (c)
Lure CC0

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

ARCHIVIO

pubblicità google